Ennesima affermazione per la rassegna di musica e scrittura Inkiostro, che nella cornice del centro storico di Giulianello, borgo medioevale al confine tra le province di Latina e Roma, il giorno 22 luglio #2017 ha saputo radunare un gran numero di persone in un contesto tematico anni ’90, a cui quest’anno l’evento era ispirato. Inkiostro è un progetto realizzato da Sofia Bucci, con il contributo di Veronica Della Vecchia, Matteo Fusella, Claudia Cianfoni, Francesco Del Ferraro, il Pé i ndò Festival, lo Zooconcept, il Comune di Cori, l’Associazione “La Stazione” e l’Associazione “Chi dice donna”. Si pone l'obiettivo di valorizzare luoghi pubblici di rilevante interesse storico - artistico, mediante il coinvolgimento di collettivi e associazioni del mondo della musica, della poesia, dell'artigianato del libro etc.

Pubblicità
Pubblicità

La serata del 21 luglio

La serata è iniziata alle ore 19:00, con apertura di stand, mostre e la presenza del Dj Set Daniele Fabbri. È proseguita poi con la presentazione del numero 7 di Effe – Periodico di Altre Narratività (progetto dedicato alla figura del traduttore e contenente 8 racconti di scrittori stranieri sconosciuti nel nostro Paese) e con il concerto della Festivalband, complesso musicale specializzato nella riproduzione di hits del Festivalbar.

Riguardo le mostre, c’è stata la partecipazione di Daniele Cedroni, Lidia Cestari, Silvia Jes Colini, Luca Renna e Betterpress Lab (tipografia a caratteri mobili). Gli artisti visivi, ognuno diverso dall’altro, erano presenti dal vivo, con la possibilità dunque di poterli vedere disegnare ed operare “in diretta”.

Pubblicità

Nell’ambito del Bookshop, spazio è stato dedicato alla Libreria Anacleto (pubblico di riferimento è quello dell'infanzia e dell'adolescenza), alla Libreria Contromano (libreria indipendente di Velletri), a Christian Ronchetti, all’associazione socio-culturale La Stazione (ha partecipato sotto una duplice veste: “#Libri e Film al buio” e “Locomotiv”, una rivista mensile che viene distribuita gratuitamente a Giulianello e nelle aree limitrofe, nonchè leggibile online sul sito ufficiale dell'Associazione "La Stazione").

Non è mancato il reading, con Annamaria Abbate e Sara Caracci, che hanno dato vita ad una performance semi – silenziosa di “Parole Sussurrate”, con la lettura di libri cult anni ’90. Gli stand sono stati opera di Fantasie di Carta NHB (Ilaria Campagna), dell’Erboristeria “I Giardini di Marzo” di Michela Del Ferraro con Mary A Pois Atelier. La speranza, ora, è quella di poter vedere, negli anni successivi, a nuove e sempre più interessanti edizioni di "Inkiostro". I successi degli anni passati e dell'edizione 2017, sono sicuramente uno stimolo per continuare ad attrarre pubblico e innovare. Per restare in contatto con la rassegna di musica e scrittura, è sufficiente seguire la pagina Facebook ufficiale, dal titolo "Inkiostro - Rassegna di musica e scrittura".

#Cultura Roma