É morta oggi la statunitense Barbara Cook, a 89 anni. È stata attrice e cantante dedita al #Teatro dal 1951 quando ha debuttato a Broadway con lo spettacolo 'Flahooley' fino al 2010 quando ha preso parte al musical 'Sondheim on Sondehim' sempre a Broadway.

La sua carriera inizia subito con grandi successi a teatro

Nata ad Atlanta da papà commesso viaggiatore e mamma impiegata di Southern Bell, prima di entrare a far parte del mondo dello spettacolo ha lavorato come dattilografa per 3 anni. Solo quando si è trasferita a New York nel '48 ha iniziato a fare la cantante. Nel 1952 si è sposata con David Le Grant, insegnante di recitazione.

Pubblicità
Pubblicità

Il suo primo vero successo lo ha avuto con 'Plain and Francy' interpretando Hilda Miller nel 1955. É diventata una vera e propria stella grazie all'opera 'Candide' di Leonard Bernstein, con il ruolo di Cunegonda cantando la canzone più importante dello spettacolo 'Glitter and Be Gay'.

Le sue ottime interpretazioni vengono ripagate con i premi più prestigiosi

Successivamente è stata Marian nel musical 'The Music Man' interpretazione che le ha fatto vincere un Tony Award come migliore attrice non protagonista in un musical nel 1958. Un anno dopo è diventata mamma di Adam. Durante gli anni '60 ha recitato in 'The King and I' del 1960, in 'The Gay Life' del 1961 e in 'She Loves Me' del 1962. Nel 1965 ha divorziato dal merito. Gli anni '70 per lei sono stati, infatti, quelli più difficili da vivere.

Pubblicità

Per via della depressione, dell'obesità e dell'alcolismo ha deciso di limitarsi a comparire solo nei concerti dedicati ai musical più famosi. Ha cantato in 'Follies' di Stephen Sondheim con Carol Burnett, Elaine Stritch e Mandy Patinkin nel 1955. Nell'88 ha preso parte al musical 'Carrie' della Royal Shakespeare Company, prima del debutto a Broadway, però, il suo posto è stato dato a Betty Buckley. Nel 2002 è stata candidata a un Tony Award e a un Laurence Olivier Award come migliore attrice protagonista per un musical grazie allo show 'Mostly Sondheim'. Ha avuto un altro successo con 'Barbara Cook's Broadway Concert'.

La sua stellare carriera artistica si chiude e le sue apparizioni sono sempre minori

La sua carriera teatrale si chiude con la candidatura ai Tony Award come miglior attrice non protagonista in un musical nel 2010. Nel 2011 ha ricevuto l'onorificenza 'Kennedy Center Honors'.

L'anno scorso è uscito 'Then & Now: A Memoir' il suo libro di memorie scritto in collaborazione con Tom Santopietro. Non si parla solo di teatro nel testo, ma anche di #Musica. Barbara, infatti, ha cantato diverse volte alla Casa Bianca, conoscendo, così, i presidenti Clinton, Bush, Reagan e Carter. È stata solista all' 'Old Vic', al 'Carnagie Hall' e al 'Sydney Opera House'. Nel totale ha donato la sua voce a ben 18 cast recording e da solista è riuscita a incidere 25 album. Una triste perdita per tutto il mondo artistico. #barbaracook