Questa è la prima immagine concessa da Etertainment Weekly di 'Bohemian Rapsody' il biopic dedicato ai #queen scritto da Justin Hayth e diretto da Bryan Singer. Qui Rami Malek in una scena del film, rievocherebbe il grande rocker britannico nell'ormai storico concerto 'Live Aid' del 1985

Cast

Rami Malek dopo mesidi trattativa si è deciso, interpreterà Freddie Mercury. Sarà affiancato da Gwilym Lee (L'ispettore Barnaby) sarà il virtuoso della 'sei corde' Braian May, Joe Mazzello (The Pacific) il bassista Joe Deacon e Ben Hardy (X Man: Apocalypse) vestirà i panni del batterista Roger Taylor.

Il film è ambientato nella seconda metà degli anni ottanta e ripercorre la vita del frontman britannico fino alla sua scomparsa,1991, causata da complicazioni dovute all'Aids.

Pubblicità
Pubblicità

'Bohemian Rapsody' uscirà nelle sale americane a Natale del 2018, dovremmo attendere, purtroppo, ancora un po' per vederlo nei nostri cinema.

Rami Malek

"La prima volta che mi sono sottoposto al make-up " dice l'attore " non mi sono riconosciuto, quando mi sono visto allo specchio avevo un'altra persona davanti". L'attore statunitense, di origini egiziane, ha raggiunto la notorietà per il ruolo da protagonista nella serie TV 'Mr. Robot' . Si era già messo in evidenza per il ruolo del faraone in 'Una notte al museo' e 'Una notte al museo 2: la fuga', ma soprattutto nella mini serie targata HBO, prodotta da Steven Spielgerg e Tom Hanks, 'The Pacific'.

Byan Singer ci spiega che Bhoemian Rapsody non parlerà solo del lato oscuro di Freddie. "Verrà onorato, sarà una festa e si baserà sulla collaborazione - dice Singer - sarà usata ovviamente la voce di Freddie Mercury ma anche quella di Rami, infatti in questi giorni l'attore si trova agli Abbey Road Studios e li non lavora di certo sulla recitazione", e continua: "Malek è un bravo attore ed un ottimo professionista, si sta preparando bene, sta facendo un duro lavoro, ed è per questo che l'ho scelto, non solo perché ha una certa somiglianza con Mercury, ma per la sua capacità di calarsi nei ruoli chi gli si affidano e trasformarsi in qualcun'altro".

Pubblicità

La critica è divisa

C'è chi lo considera un grande talento e che ha la fisicità giusta per questo ruolo, facendogli fare il salto di qualità nel cinema. Chi invece sostiene che, a parte trucco e parrucco, l'attore californiano non sarebbe all'altezza del ruolo affidatogli da Singer e che per interpretare un 'mostro sacro' come Mercury sarebbe stato necessario un attore più quotato. Aspetteremo Natale del 2018 per saperlo. Del resto si sa il cinema è ' A Kind of Magic'. #FreddieMercury #Musica