Pubblicità
Pubblicità

Il 7 dicembre arriverà nelle sale italiane il film Assassinio sull’Orient Express, del regista, autore e co-produttore Kenneth Branagh, che lo vede anche vestire i panni del protagonista Hercule Poirot. Personaggio immaginario, ideato da Agatha Christie nel 1920, Poirot è un poliziotto belga, che consacrò il successo dell’autrice nel mondo della letteratura gialla mondiale.

Trama e personaggi

Il film è un remake dell’omonimo film diretto da Sidney Lumet, che annovera nella versione originale del 1974 grandi attori come Albert Finney nel ruolo del protagonista, Sean Connery nei panni del colonnello Arbythnot e Ingrid Bergman, premiata con l’Oscar come miglior attrice non protagonista.

Pubblicità

La trama è la stessa per entrambi i film, con solo alcuni dettagli di differenza: la corsa del treno Orient Express, in viaggio da Istanbul a Calais, viene arrestata a causa di una bufera di neve. Durante questa pausa forzata si scopre che un ricco possidente americano è stato ucciso nel suo scompartimento con dodici pugnalate. Il detective Poirot assume il carico delle indagini e comincia a interrogare i passeggeri della prima classe, tutti ovviamente sospettati. Nel corso delle indagini il commissario riesce a risalire alla vera identità dell’uomo ucciso e a ricostruire la sua storia e, poco prima che il treno venga fatto ripartire, offre due possibili interpretazioni del caso, che ovviamente non verranno svelate. Sul treno il gendarme entrerà in contatto con moltissimi personaggi per poi scoprire, tra mille vicissitudini, che nessuno è in realtà chi dice di essere.

Pubblicità

Cast stellare

Il cast di questo film è davvero stellare: il cattivo Edward Ratchett, interpretato da Jonny Depp, è un gangster che viaggia in compagnia del suo maggiordomo, Derek Jacobi, e del suo segretario, Josh Gad. Penelope Cruz interpreta il ruolo di Pilar, una missionaria spagnola devota che porta con sé sempre la Bibbia e che viaggia per il mondo con l’intento di renderlo un posto migliore, prestando aiuto ai bisognosi. Michelle Pfeiffer spicca tra i vari viaggiatori del treno col suo personaggio di Caroline, vedova americana, che viaggia in cerca dell’occasione della sua vita, di un buon partito con cui sistemarsi, dando campo a tutte le sfumature che un carattere femminile può possedere, dalla dolcezza più angelica alla forza più decisa. Willen Dafoe da invece il volto all’indisponente e provocatorio professor Gehrard Hardman, di origine tedesca, che con i suoi modi non propriamente cordiali riuscirà ad indispettire tutti i passeggeri del treno. Il premio Oscar Judi Dench interpreta il ruolo di una nobildonna russa contrariata, indisposta dalle condizioni di viaggio e dalle caratteristiche del mezzo, che non reputa alla sua altezza.

Pubblicità

Orient Express, il treno

L’Orient Express è stato un treno passeggeri a lunga percorrenza che collegava, tra varie tappe Parigi a Istanbul, attivo dal 1883 al 1977, quando ormai l’utilizzo dei più moderni ed efficaci collegamenti aerei ne offuscò l’importanza. Il periodo d’oro che questo treno visse coincise con gli anni ’30 e ’40 quando, ormai conosciuto per le sue lussuose carrozze, era ampiamente utilizzato per i viaggi di reali, uomini d’affari, nobili e diplomatici. Ancora oggi esiste un Orient Express funzionante (quello originale dovrebbe giacere su qualche binario non ben identificato del Belgio) che attraversa sui binari mezza Europa, il Venice Simplon Orient Express. Anche questo treno ovviamente collega Parigi a Istanbul, passando anche da Venezia, e i suoi costi non sono, ora come allora, accessibili ai più. Si parla infatti di cifre che superano i 2000 euro per la tratta di due giorni Venezia-Parigi. Il treno composto da 17 carrozze art deco accuratamente restaurate, include carrozze ristoranti con autentici arredi dell’epoca e una carrozza bar con pianista, nell’intento di ricreare, durante il viaggio lungo le più belle città d’Europa, un’esperienza unica, un viaggio senza tempo, in cui tutti i dettagli sono stati curati per ricreare la stessa atmosfera degli anni 30.

Considerazioni

Il film racchiude tutto questo e ben altro. Se il genere giallo non fosse abbastanza per attirare al #Cinema tutti i suoi cultori, si potrà fare affidamento alla storia e al fascino di un treno, l'Orient Express, che incanta da più di un secolo ormai, riproponendosi oggi sotto nuove e rinnovate vesti e contrapponendosi alle logiche di velocità dei viaggiatori moderni, sulla scia dell’idea che ciò che conta è il viaggio, non la destinazione. Se la mente o la penna di A. Christie, nome di fama mondiale della letteratura, non fossero ancora sufficienti ad attirare al cinema, basterà poi pensare ai nomi dei grandi attori protagonisti del film come Johnny Depp, Penelope Cruz, Michelle Pfeiffer, Willem Dafoe e Judi Dench. Retroscena, eredità culturali e nomi, garanzia di sicura buon riuscita del progetto, che invitano a salire metaforicamente a bordo di questo affascinante treno e a lasciarsi condurre lungo le sue carrozze e le storie dei suoi personaggi. #johnny depp