Non c'è pace per le star di #Hollywood. Dopo la notizia degli abusi sessuali perpetrati dal produttore Harvey Weinstein e da Kevin Spacey [VIDEO], forse altri si preparano a non dormire più sonni tranquilli. L'attore Corey Feldman (star del film "I Goonies"), che ha sostenuto anche in passato di aver subito numerose volte abusi sessuali da parte di altri attori quando era solo un ragazzino, ha infatti iniziato una campagna per raccogliere fondi allo scopo di portare alla luce un giro di pedofili che, a suo dire, sarebbe in azione a Hollywood.

L'inchiesta della polizia

Dal momento che si tratta di accuse molto serie, la polizia di Los Angeles ha ufficialmente aperto un'inchiesta, come spiegato dal detective Ross Nemeroff.

Pubblicità
Pubblicità

"Quando viene denunciato un fatto grave come questo, viene aperta un'inchiesta da parte della divisione che si occupa di omicidi e rapine, in quanto si occupa anche di crimini sessuali. Ancora è presto per stabilire se l'inchiesta porterà ad incriminazioni e arresti, ma Corey Feldman ha intanto fatto i primi nomi. Uno dei colpevoli sarebbe Jon Grissom, che ha lavorato con Feldman nei film "Licenza di guida" e "Un piccolo sogno". Un altro colpevole sarebbe invece Marty Weiss, in passato manager di piccole star e già arrestato nel 2011 con l'accusa di essere un pedofilo. Ma ci sarebbero altri colpevoli, che al momento Feldman non ha accusato ufficialmente. L'attore ha però dichiarato che uno dei colpevoli sarebbe una personalità di spicco e ancora molto potente.

Il progetto di Feldman

Il 25 ottobre scorso, Feldman ha pobblicato un video di Youtube intitolato "Truth" allo scopo di pubblicizzare la sua nuova campagna.

Pubblicità

Si tratta della realizzazione di un film in grado di documentare gli abusi subiti, portando alla luce in maniera ufficiale il giro di pedofili fra i grandi nomi di Hollywood. La campagna mira a ottenere 10 milioni di dollari, in modo da poter pagare anche eventuali spese legali (e non solo la realizzazione del film).Intanto, le stelle di Hollywood sono divise: se in molti sostengono il progetto di Corey Feldman e lo incoraggiano ad andare avanti (come Alyssa Milano, Keith Coogan e Sean Austin), c'è anche chi mantiene posizioni più critiche. Come Judy Haim, madre del defunto Corey Haim. Quando Feldman ha affermato che anche Corey Haim è stato vittima di abusi sessuali "molte volte", la Haim ha affermato che si trattava di falsità, dichiarando che il figlio aveva subito abusi solo una volta, e non molte volte come affermato da Feldman. Judy Haim ha anche definito Corey Feldman "artista della truffa". Non rimane, a questo punto, che aspettare e vedere come evolverà l'inchiesta della polizia. #Weinstein #Spacey