Pubblicità
Pubblicità

Robert Plant è stato molto chiaro nelle recenti interviste che ha tenuto negli ultimi mesi: "Non ci sarà più alcuna reunion dei Led Zeppelin. Dopo tanti anni è molto difficile ritornare in pista per qualche live o nuovo disco, penso proprio che quei tempi ormai siano finiti ed è anche giusto così. Il passato è passato e dobbiamo solo guardare avanti, soprattutto penso che nel caso in cui tornassimo nuovamente insieme non sarà più come quarant'anni fa quando riuscivamo a richiamare l'attenzione di un gran numero di persone, erano altri tempi quelli, ora è tutto totalmente diverso". Queste sono state solo alcune delle dichiarazioni rilasciate dal cantante della più grande band del panorama #rock mondiale, il quale in seguito si è soffermato su un periodo molto particolare della sua vita, ossia quando nel 1975 fu coinvolto in un incidente stradale a bordo della sua auto.

Pubblicità

A causa di quel tamponamento, Robert Plant, si ruppe il gomito e la caviglia e di conseguenza fu costretto a stare per circa sette mesi sulla sedia a rotelle. Durante quel periodo i Led Zeppelin stavano registrando "Presence", un album pieno di dolore e disperazione, che descriveva al meglio il periodo complicato che l'intero gruppo stava vivendo, difatti tutti gli equilibri che si erano venuti a creare fino a quell'anno si stavano sgretolando definitivamente.

"Ho davvero una voce orribile, non la riconosco più".

Le parole sul suo futuro nel mondo della #Musica e il ricordo di quell'episodio spiacevole che gli capitò a bordo della sua automobile non sono le uniche dichiarazioni che ha rilasciato Robert Plant. Infatti il cantante dei Led Zeppelin si è soffermato a parlare della sua voce e del suo modo di cantare definito da lui stesso orribile e molto disgustoso. [VIDEO]

"Ogni tanto mi ricapita di ascoltare i nostri brani, quelli che hanno avuto maggior successo tra il pubblico e la critica.

Pubblicità

La cosa più ambigua è che ogni volta mi capiti di ascoltare quelle canzoni penso sempre la stessa cosa, e cioè che la mia voce sia davvero tremenda. Molti mi reputano un grande cantante, tra i migliori al mondo, invece io sono del parere che si sbagliano di grosso. Ad esempio in un pezzo quale 'Babe I'm gonna leave you', tra i migliori che abbiamo mai scritto nella nostra carriera, avrei dovuto stare zitto e non cantare. A volte ascoltando brani come questi mi viene voglia di spegnere lo stereo e non riascoltarli mai più.