Marilyn Manson, rocker americano famoso per le sue provocazioni nel corso della sua carriera, torna a far discutere. Nel corso del concerto tenutosi il 5 novembre a San Bernardino, in California (teatro di un'altra sanguinosa strage avvenuta il 2 dicembre 2015), Manson ha infatti rivolto verso il pubblico un finto fucile d'assalto (arma che purtroppo viene spesso usata nel corso dell stragi negli Stati Uniti). Durante la canzone "We know where you fucking live" (primo singolo tratto dal nuovo album "Heaven upside down") Manson ha utilizzato un microfono su cui era sistemata la riproduzione del fucile, in modo da sembrare che fosse puntato sul pubblico mentre il cantante eseguiva il pezzo.

Pubblicità
Pubblicità

Il fatto è accaduto solo a poche ore di distanza dalla strage di Sutherland Springs, in Texas (l'ultima sparatoria di massa in ordine di tempo). Per questo motivo, Manson ha diramato un comunicato spiegando il perché del gesto.

La spiegazione del cantante

Il cantante ha spiegato la sua azione, affermando che si trattava di una critica al modo in cui l'utilizzo delle armi d'assalto viene ormai considerato normale. "In un momento in cui le sparatorie di massa sono diventate un avvenimento quasi all'ordine del giorno - ha spiegato Manson - il mio era un atto teatrale, nel tentativo di puntare il dito su quanto le armi semi-automatiche siano facilmente accessibili, e su come il vederle continuamente le abbia normalizzate". Manson ha anche dichiarato che non aveva intenzione di mancare di rispetto a nessuno, e che il microfono con il finto fucile ha ricevuto l'approvazione di un poliziotto prima di essere usato.

Pubblicità

Un tour complicato

Si tratta solo dell'ultimo fra gli avvenimenti che sembrano funestare il nuovo tour del cantante americano, iniziato l'estate scorsa dall'Europa allo scopo di pubblicizzare il nuovo album. Due settimane prima dell'inizio del tour Marilyn Manson ha infatti perso l'amato padre Hugh Warner. In Italia, il rocker è stato seguito da polemiche e petizioni volte a far cancellare la data di Verona (che è poi andata sold out); mentre alla fine di settembre Manson è rimasto vittima di un incidente sul palco, che lo ha obbligato a cancellare nove date e a sottoporsi a un intervento chirurgico per l'impianto di alcune placche di metallo nella gamba sinistra. Infine, circa due settimane fa Manson ha deciso di licenziare lo storico bassista Twiggy Ramirez (al secolo Jeordie White), in seguito alle accuse di stupro ricevute da quest'ultimo dalla ex Jessicka Addams, in precedenza cantante dei Jack Off Jill. #Musica #USA