Combattere l'#alitosi è un problema che affligge molti di noi ogni giorno. La sensazione di #alito pesante, oltre ad essere un disturbo che può colpire tutte le persone, è anche causa di malessere psicologico e relazionale. Sarà capitato a tutti di sentirsi l'alito cattivo dopo aver mangiato un alimento pesante, ma al mondo esiste una percentuale molto alta di persone che ne soffrono in maniera cronica. Questo disturbo può interferire con la vita di tutti i giorni, causando disturbi alimentari e disagio interiore.

L'alitosi è una disturbo che generalmente colpisce a causa dei residui di alimenti che rimangono all'interno della nostra bocca dopo aver mangiato, che con il tempo si trasformano in placca e tartaro, dando origine ad odori sgradevoli.

Pubblicità
Pubblicità

Nei casi più gravi può avere anche origini patologiche, come per esempio problemi alla vie respiratorie o al cavo digestivo. Per una guida più approfondita sulle cause, leggere qui.

Ecco alcuni consigli per evitare l'alitosi:

  • Bere molta acqua: tenersi idratati è importante per moltissimi motivi ed è una cosa da fare a prescindere dai problemi di alitosi. Riguardo a questo disturbo in particolare, bere molta acqua favorisce la pulizia del cavo orale e mantiene la nostra bocca sempre fresca e pulita.
  • Lavare i denti dopo ogni pasto: come già detto, l'alito mal odorante è causato spesso dalla presenza di cibo nella nostra bocca che porta alla formazione di batteri. Lavarsi i denti dopo ogni pasto, perciò, garantisce una sempre perfetta pulizia orale. E' importante anche recarsi dal dentista ogni 6 mesi per un'accurata pulizia dentale.
  • Masticare lentamente: Se il problema è spesso dovuto anche ad una cattiva digestione, evitare di masticare velocemente aiuta il nostro organismo ad assimilare gli alimenti nel miglior modo possibile.
  • Utilizzare il filo interdentale
  • Scegliere bene il proprio dentifricio, assicurandosi che contenga fluoro.

Oltre alle cose da fare, in caso di alitosi, esistono alcuni consigli sulle cose da evitare.

Pubblicità

  • Saltare i pasti: Anche se può venire spontaneo pensarlo, stare a digiuno e quindi evitare i cibi, non risolverà il problema, ma anzi favorirà il reflusso gastrico e quindi la formazione del cattivo odore in bocca.
  • Seguire una dieta poco sana ed equilibrata, mangiando cibi pesanti e difficili da digerire.
  • Non esagerare con le bevande alcoliche
  • Non esagerare con l'utilizzo dei colluttori, che, se usati in eccesso, possono causare problemi di salivazione.

Per concludere, è bene sottolineare che esistono anche moltissimi #rimedi naturali, come per esempio la pianta di avocado (scopri le sue qualità qui), grazie alle sue elevate proprietà digestive o l'assunzione di un po' di acqua con aceto di mele e miele.