È tempo di vacanze e molti di noi hanno già prenotato le ferie o stanno per farlo. Indipendentemente dal fatto che stiamo per partire o ci stiamo organizzando per farlo, in molti avremo scelto dei pacchetti organizzati. In questo caso è utile prestare attenzione all'assicurazione di viaggio inclusa nel pacchetto stesso.

Tante le coperture in offerta

Infatti, le tipologie di copertura assicurativa variano enormemente. Se si è programmato di andare all'estero, ad esempio, esistono sul mercato polizze che garantiscono esclusivamente la copertura sanitaria. Altre, invece, includono addirittura il rientro a casa assistiti da personale medico. Vediamo di capire come orientarci e a cosa prestare attenzione.

Pubblicità
Pubblicità

Anche perché stipulare il giusto tipo di polizza può farci risparmiare parecchi denari in caso di infortunio e non rovinarsi maggiormente le vacanze.

Le regole principali da seguire

La prima regola da rispettare, anche se può sembrare ovvia, è leggere con attenzione il contratto. Questo allo scopo di verificare quali danni sono coperti, come pure l'importo massimale della polizza. Diverse assicurazioni di viaggio presentano delle franchigie o altri tipi di clausole che lasciano a carico dell'assicurato molte spese. Se poi capita di subire un incidente durante le vacanze, è importante rammentare la necessità di contattare l'assicurazione prima di farsi visitare dal medico o di farsi ricoverare in ospedale. Se infatti l'assicurazione non viene a conoscenza del sinistro il rischio è di non ricevere alcun risarcimento.

Pubblicità

Come sono strutturate le assicurazioni di viaggio

Il premio che le varie polizze richiedono varia in base a tre parametri fondamentali: questi sono l'età del beneficiario, la mèta delle vacanze e la durata del periodo di vacanza. Di solito, i servizi offerti e inclusi nella polizza comprendono l'assistenza sanitaria come pure il rimborso delle spese mediche sostenute. Addirittura alcune arrivano al punto di offrire del personale medico specializzato, che segue il beneficiario della copertura fino al rientro a casa. Ovviamente i costi tengono conto di questi optional aggiuntivi. Ci sono anche compagnie che includono, sopratutto per i turisti stranieri, un servizio di interpretariato. Altri due servizi, che di norma vengono ricompresi nel premio pagato, sono la copertura dei danni nei confronti di terzi da parte dell'assicurato e l'assicurazione contro lo smarrimento o il furto del bagaglio.

Attenzione ai premi troppo bassi

Da un indagine effettuata dal Fatto Quotidiano risulta che i costi si aggirano tra i 60 e i 70 euro a persona sia che si resti entro i confini nazionali sia che si scelga di recarsi all'estero o persino oltreoceano. Occorre ricordare che premi più bassi prevedono dei costi maggiori a carico dell'assicurato. Quindi, occorre valutare attentamente il rapporto costi-benefici, in quanto un premio eccessivamente basso può rendere del tutto inutile l'assicurazione. #viaggi #Turismo #assicurazione viaggio