Le parole sono importanti - se non fondamentali - per esprime le nostre emozioni, sensazioni e stati d'animo. Eppure spesso tendiamo a sottovalutare la nostra gestualità, i movimenti e gli atteggiamenti che assumiamo di fronte agli altri, amici o estranei che siano. Ormai, infatti, è ben noto che il linguaggio del corpo rappresenti una componente fondamentale per comprendere la personalità di un individuo, e spesso inviamo anche segnali e messaggi - soprattutto involontari - a chi si trova intorno a noi. Siccome sta diventando sempre più importante capire come si esprime il nostro corpo, di recente si sta puntando l'accento anche sul modo di sedersi.

Pubblicità
Pubblicità

Sì, anche una semplice seduta può essere indicativa del nostro carattere e di cosa stiamo provando in un determinato momento.

Per evitare di trasmettere segnali sbagliati e, soprattutto, per comprendere anche cosa ci dicono gli altri sedendosi in un determinato modo, vediamo quali sono le posizioni più comuni in cui ci sediamo e, nello specifico, cosa indicano della nostra personalità.

Ecco cosa comunichiamo quando ci sediamo

Partiamo, dunque, con questo viaggio alla scoperta del linguaggio del corpo, a seconda delle varie posizioni che assumiamo quando ci sediamo in presenza di altre persone: #psicologia #personalità #Psicologia online

  • Gambe accavallate: Gli uomini, di solito, trovano molto sexy le donne che usano sedersi accavallando le gambe. Nulla da discutere sull'interpretazione fascinosa di questo gesto, eppure gli esperti ci indicano che, in realtà, questa posizione è tutt'altro che indice di sensualità. Infatti, chi si siede in questo modo manifesta una personalità sognatrice, irrequieta e tendente ad allontanarsi dalla realtà che, spontaneamente, porta a non appoggiare mai entrambe le gambe sul pavimento. Inoltre, chi tende a cambiare di continuo l'arto inferiore da accavallare, manifesta una certa inquietudine verso la situazione che sta vivendo, e il desiderio di trovarsi altrove, magari in movimento e non in una posizione di stasi.
  • Gambe dritte: Sicuramente, chi si accomoda su una sedia, divano o poltrona in questa posizione, mostra una certa chiusura che, però, non va interpretata in maniera negativa. Queste persone si dimostrano, infatti, particolarmente intelligenti, razionali, ordinate e sensibili. Tendono soprattutto a controllare l'esternazione dei propri sentimenti ed emozioni e, in particolar modo, odiano ritrovarsi impelagate in discussioni e litigi. Al contempo, nel momento in cui si trovano in un ambiente rassicurante, non hanno alcuna difficoltà nel mostrare le emozioni che stanno vivendo in quel momento.
  • Ginocchia appoggiate: Quando vediamo una persona che tende a sedersi appoggiando le ginocchia tra di loro, non dobbiamo cadere nel luogo comune di pensare che si tratti di soggetti immaturi e infantili. In realtà, chi assume questa posizione è piuttosto "vivace" e schietto, manifestando la tendenza a dire ciò che pensa senza pensarci su due volte. Insomma, una caratteristica che in alcune occasioni può anche rischiare di far fare delle brutte figure, anche se non è raro trovare chi apprezza l'estrema sincerità di questi individui.
  • Gambe appoggiate su un unico lato: Se vi sedete, o notate qualcuno che si siede in questo modo, è sintomo di forte determinazione. Coloro che assumono questa postura, infatti, tendono a non dare molta confidenza agli altri, dimostrando di primo acchito di essere un po' superbi, arroganti e diffidenti. In realtà non bisogna estremizzare, poiché secondo gli studiosi del linguaggio del corpo, questa posizione testimonia la capacità del soggetto di saper discernere quando è il momento giusto per intervenire, per dare confidenza, o per stare in disparte. Tuttavia, chi ha questo tipo di carattere, dovrebbe comunque ammorbidirlo un po', accettando anche le critiche, soprattutto se costruttive.
  • Gambe aperte: No, non pensate subito male. Dietro la sfacciataggine che può mostrare chi si siede in questo modo si nasconde, in realtà, un mondo completamente opposto. Assumere questa postura rappresenta una sorta di corazza da parte di chi è profondamente insicuro ma, per non mostrare le proprie debolezze, tende a mascherarle dietro questa finta aggressività. Coloro che si siedono con le gambe aperte, infatti, sono molto insicuri e indecisi, e spesso vagano con la propria mente tra mille pensieri. Anche un look sportivo accompagnato a questa postura è un ulteriore segnale di insicurezza e confusione.