Alcuni studiosi sostengono che gli amanti del #selfie compulsivo soffrano di qualche disturbo mentale. A sostegno della tesi rimarcano che la necessità di pubblicare autoscatti a raffica sui #social network è un segnale di mancanza di fiducia dei propri mezzi. Ovviamente non mancano teorie contrastanti e ricerche scientifiche che dimostrano l'esatto contrario. Dall'eccessivo narcisismo alla necessità di comunicare con il mondo attraverso immagini significative. In tanti usano i selfie per auto pubblicizzarsi e, magari, guadagnare qualcosa. Per molti pubblicare foto 'fai da te' è diventato un vero e proprio mestiere. Sulla scia del successo di accattivanti fashion blogger e food blogger in tanti cercano di conquistare estimatori sui social.

Pubblicità
Pubblicità

#Instagram è l'App più utilizzata dagli amanti dell'autoscatto ed il terreno più fertile da coltivare per gli amanti della fotografia. La disperata caccia a like e follower, a volte, può essere controproducente come testimoniano alcuni selfie che, di sicuro, non saranno ricordati per la loro bellezza. Nella maggior parte dei casi gli autori dell'autoscatto non hanno verificato la presenza di persone o oggetti particolari alle loro spalle.

Ecco i 10 peggiori selfie della storia

Alla fine le foto postate più che intrigare i seguaci hanno scatenato ilarità e commenti sarcastici. Evidentemente non tutti i 'selfisti' hanno seguito la massima di Charles-Guillaume Étienne che sosteneva che le cose meglio riuscite erano quelle che si realizzavano da soli. Sono numerosi gli esempi di autoscatti horror e tra questi c'è chi è riuscito a conquistare la 'flop' ten.

Pubblicità

#1

Al primo posto va annoverata una divertente sequenza con due amiche sul letto in cerca della posa migliore ed un ragno di troppo. L'espressione terrorizzata della ragazza fa da contraltare al sorriso della compagna di selfie.

#2

Al secondo posto un papà che mostra con orgoglio il figlio di pochi mesi senza rendersi conto che, alle sue spalle, c'è un cane 'impegnato' nei suoi bisogni.

#3

Ci sono casi in cui gli amici a quattro zampe mostrano istinti quasi umani. E' il caso di un simpatico cagnolino che 'sbava' nel vedere la foto in intimo della padroncina.

#4

C'è chi poi vuol mettere in mostra i propri muscoli ma non si rende conto che nello scatto viene immortalata anche la madre.

#5

Probabilmente anche gli animali domestici amano mettersi in mostra ed esibire il lato B inserendosi in uno scatto tra amiche.

#6

Il traffico c’è ma non si vede: la giovane araba deve avere delle lenti ad effetti speciali!

#7

Un bel sorriso da condividere con gli amici: lo sfondo non è quello della spiaggia tropicale e lo specchio svela perché la giovane è così sollevata.

Pubblicità

#8

Un bel selfie nello spogliatoio per celebrare una bella vittoria ma c’è chi preferisce festeggiare autonomamente in doccia.

#9

Specchio specchio delle mie brame chi è la più bella del reame? Senza quel primo piano del naso potevi essere tu!

#10

Ultimo, ma non ultimo, il selfie di questa ragazza con occhiali traditori.

Spogliatoio bollente e riflessioni piccanti

Totti è stato tra i primi a celebrare un gol o una vittoria con un selfie. In molti preferiscono condividere l'entusiasmo del dopo partita con una foto negli spogliatoi. A rovinare l'immagine un compagno che mostra il suo entusiasmo in modo decisamente osé. I selfie in bagno sono di moda ma possono essere controproducenti quando vengono effettuati sul water. C'è chi invece ha troppi specchi e finisce per mettere in evidenza una situazione alquanto sgradevole mostrando involontariamente il proprio naso. Non mancano foto di momenti di riflessione rovinate dagli occhiali a specchio che fanno intuire che i pensieri sono decisamente piccanti. A chiudere il campionario delle foto da dimenticare lo scatto di una ragazza che si lamenta per il troppo traffico. Peccato che l'obiettivo la tradisca e faccia notare che davanti alla giovane non ci siano auto.