Gli italiani sono più attivi di tedeschi, francesi e americani. E' il risultato di una particolare ricerca effettuata dalla #Stanford University. Nello specifico i ricercatori hanno analizzato la quantità di passi compiuti da singoli individui nel corso della giornata attraverso lo smartphone. Gli studiosi [VIDEO]americani hanno monitorato oltre settecentomila persone prima di analizzare i dati e compilare la graduatoria definitiva. Nella speciale classifica il Bel Paese è posizionato al tredicesimo posto, confermando di essere una nazione in crescita per attività fisica. Secondo i docenti dell'università californiana gli italiani percorrono oltre tre chilometri al giorno (5,296 passi).

Pubblicità
Pubblicità

La maggiore dinamicità dovrebbe garantire un miglioramento della qualità della vita e un tasso decrescente di obesità rispetto ad altri paese del vecchio continenti. Sotto quest'aspetto l'#italia fa segnare un dato incoraggiante rispetto a Germania e Stati Uniti con un risultato superiore alla media europea.

L'Italia davanti alla Germania e agli Stati Uniti

Da rilevare che nelle retrovie ci sono anche Portogallo, Olanda Brasile e Australia. Di contro in Estremo Oriente non ci si ferma quasi mai con Hong Kong leader della speciale classifica elaborata dalla Stanford University. Sull'isola si percorrono quasi cinque chilometri al giorno con i cugini cinesi che inseguono con 6,189 passi. Attivissimi anche ucraini, giapponesi, russi e spagnoli. La Gran Bretagna [VIDEO] si è posizionata avanti all'Italia per una manciata di passi.

Pubblicità

Da rilevare che l'inchiesta ha evidenziato che gli stati più pigri sono Arabia Saudita, Malesia e Filippine con una media di 3.513 passi al giorno. Il ricercatore Tim Althoff ha spiegato che nei paesi dove c'è un maggiore gap tra ricchezza e povertà vi è quasi sempre un alto tasso di obesità. 'La Svezia è il paese modello sotto quest'aspetto'.

La leadership delle nazioni dell'Estremo Oriente

In buona sostanza, nelle nazioni dove si fa meno movimento il divario tra uomini e donne cresce in maniera esponenziale. Sotto questo profilo il paese virtuoso è il Giappone dove il gentil sesso percorre in media giornaliera gli stessi chilometri dei maschi. Jure Leskovec, membro del gruppo di ricerca presso la Stanford University, ha precisato che nelle nazioni dove è ridotta l'attività fisica delle donne si registrano risultati ancor più negativi per gli uomini. Da rimarcare che gli studiosi hanno rilevato dati incoraggianti per l'Italia anche sotto questo profilo. #Obesità