Pubblicità
Pubblicità

La pelle del viso è quella più esposta agli attacchi esterni, quindi merita una maggiore cura rispetto al resto del corpo. A volte, però, adottiamo alcuni rimedi naturali per la detersione che potrebbero dare l'effetto contrario. Sul web se ne trovano tanti, ad esempio, su come eliminare i punti neri. Quello che spopola di più, suggerisce di 'spazzolare' le zone del viso coinvolte con dentifricio e spazzolino, un rimedio piuttosto aggressivo: siamo certe che sia proprio indicato, per una epidermide così delicata?

Punti neri: spazzolino e dentifricio fanno male alla pelle

La mistura a base di dentifricio, una piccola dose di bicarbonato e acqua - strofinata con uno spazzolino nuovo nella zona del viso interessata dai punti neri - è uno dei #Rimedi Naturali maggiormente impiegato.

Pubblicità

Il bicarbonato, insieme all’azione rotatoria delle setole, dovrebbe avere un effetto esfoliante; il dentifricio invece eliminerebbe (definitivamente) le impurità della pelle. In realtà dobbiamo considerare che questi prodotti, ideati tenendo conto delle caratteristiche dei denti, sulla pelle potrebbero dare fastidiose irritazioni e rossori: impiegarli in altro modo, dunque, rappresenta una forzatura. Questo non vieta, però, di utilizzarlo per altri usi "domestici": di seguito, ecco elencati dieci metodi diversi per usare il dentifricio in casa. #casa #Benessere

Dal cellulare alle punture d'insetto, il dentifricio risolve

  • 1) Gli schermi dei cellulare: spesso finiscono per rovinarsi e rigarsi, ma basta strofinarli leggermente con il dito intinto in una 'goccia' di dentifricio e poi ripassare con un panno umido e ben strizzato. Una soluzione efficace che funziona anche sui vetri degli orologi.
  • 2) Argento e ottone: usate una piccola quantità di pasta e uno spazzolino morbido, strofinate leggermente gli oggetti, risciacquate e asciugate con un panno morbido.
  • 3) Unghie: per dare loro lucentezza, una punta di dentifricio e uno spazzolino morbido con cui andranno strofinate, può essere la soluzione, se il dentifricio è sbiancante (con perossido) inoltre, rimuove la tinta giallognola causata da un ampio uso dello smalto.
  • 4) Contusioni: pare strano, è vero, ma questo rimedio è una vera e propria 'manna dal cielo' per i distratti che riescono a procurarsele quasi ogni giorno. Prima di andare a letto preparate una miscela di tonico e dentifricio, applicatela sulla parte colpita e avvolgete il tutto con un bendaggio. Ripetete la stessa operazione per almeno tre notti e vedrete che i lividi scompariranno molto più velocemente.
  • 5) Gel per capelli: il dentifricio contiene gli stessi polimeri che si trovano in molti prodotti per capelli, solubili in acqua; quindi, in mancanza di altro, può essere utilizzato come gel.
  • 6) Doccia: inumidite una spugna e strofinate energicamente gli eventuali segni con una noce di dentifricio sbiancante. Le porte della doccia vanno ripassate con un movimento circolare, poi bisogna lasciare ai principi attivi il tempo di agire almeno per un'ora. Sciacquate accuratamente, sempre con l'aiuto della spugna, e ammirate la vostra doccia: stupefacente!
  • 7) DVD e CD: applicate un sottile strato di dentifricio direttamente sul disco, strofinate leggermente, ripassate con un panno umido e poi lucidate con un panno di cotone asciutto. Le eventuali macchie e i graffi superficiali spariranno come per magia.
  • 8) Mani: massaggiatele con una piccola quantità di dentifricio, se volete eliminare l'odore di aglio, cipolla, pesce e altri alimenti.
  • 9) Scottature: se vi colpisce uno schizzo d'olio bollente, prima immergete la zona sotto l’acqua fredda, poi spalmate il dentifricio sulla scottatura e lasciatelo in posa per almeno un paio d'ore. Risciacquate e applicate una crema lenitiva all’aloe vera.
  • 10) Punture di insetto: basta applicare sulla parte interessata una piccola quantità di dentifricio, per ridurre il gonfiore e calmare il prurito.