Pubblicità
Pubblicità

Ogni uomo desidererebbe ricevere piccoli segnali da altre parti dell'universo [VIDEO], da parte di abitanti di altre galassie e pianeti nelle parti ancora sconosciute a noi. Negli ultimi anni la scienza ha fatto passi da gigante, raggiungendo parti ignote del misterioso e tanto amato universo. Nel 2007 alcuni scienziati hanno individuato dei rapidi scatti radiofonici o FBRs, trovandone poi nel corso degli anni solo altre poche decine; al momento non si sa con certezza cosa sono realmente questi segnali,ma l'unica certezza è che emettono così tanta energia in un secondo, che battono la tempistica del sole, il quale impiega di solito 10.000 anni.

Pubblicità

Nel mondo dei ricercatori, molti scienziati pensano che questi segnali siano mandati intenzionalmente dagli #alieni; altri invece pensano siano soltanto segnali 'naturali' provenienti da parti ignote dell'universo.

Segnali alieni o pura scienza?

Alcuni esperti dichiarano che questi piccoli segnali sono naturali, come tante stelle esplose, mentre altri scienziati dicono che questi sarebbero messaggi extra-terrestri [VIDEO] che sono stati inviati intenzionalmente sulla Terra. Le ricerche sono state eseguite presso il Centro di Astrofisica di Harvard-Smithsonian (CFA); Anastasia Fialkov, una delle ricercatrici afferma che potremmo immaginare il cielo con tanti piccoli flash, come tanti paparazzi che scattano foto alle celebrità. Invece della solita luce visibile ai nostri occhi, questi lampi si manifestano in onde radio.

Pubblicità

Il co-autore Avi Loeb dichiara "se riuscissimo a studiare anche una frazione di quei piccoli flash abbastanza bene, potremmo essere in grado di rivelarne l'origine". Per raggiungere questa conclusione, i ricercatori hanno studiato FRB 121102; un segnale proveniente da una galassia distante circa tre miliardi di anni luce. Da quest'ultima si sono manifestati parecchi segnali, i quali sono stati gli unici ad essere oggetti di studio per le ricerche.

Un nuovo modo di osservare l'universo.

Calcolando la quantità di FRB rivelata dalla dimensione dell'universo, e dalla quantità di galassie in esso, gli esperti ritengono che i FRB potrebbero arrivare in ogni secondo, almeno così è scritto nella ricerca pubblicata in "The Astrophysical Journal Letters". Il Dr. Fialkov ha affermato quindi che la ricerca potrebbe aiutare a svelare i misteri dell'universo. Inoltre, afferma che le FRB sono come torce incredibilmente potenti che potrebbero addirittura penetrare la nebbia, ed essere viste a grandi distanze. Questo potrebbe permetterci di guardare "l'alba dell'universo" in un nuovo modo. #UFO