E' certamente sconvolgente la rivelazione di un ingegnere americano che ha lavorato in una base aerea americana per 40 anni. Raymond Szymanski è sicuro che in un cunicolo vi siano #alieni vivi e morti. Lo afferma nel suo nuovo libro '50 Shades of Greys'. Per la prima volta, qualcuno ha parlato di extraterrestri tenuti nascosti dagli americani. Raymond sottolinea che, nel 1947, alieni e #UFO del celebre incidente di Roswell vennero condotti nella base segreta e messi in tunnel sotterranei. L'uomo apprese gli inquietanti segreti della base durante la prima settimana di lavoro. Segreti di cui ora vuole parlare.

Le inquietanti gallerie sotterranee

Non appena l'ingegner Szymanski entrò in quella base, gli venne chiesto se già fosse al corrente de 'i nostri alieni'.

Pubblicità
Pubblicità

Una persona poi gli fece notare tante gallerie dove erano alloggiati alieni vivi e morti. Un certezza, e non una supposizione, quella di Raymond, la prima persona che fa una rivelazione strepitosa. Quella base contiene molti misteri. Durante i suoi quasi 40 anni di lavoro, l'ingegnere e scienziato americano avrebbe trovato tante prove sulla presenza di extraterrestri nei tunnel della base. In '50 Shades of Greys' Raymond ha incluso foto e documenti decisamente interessanti che suffragano il suo pensiero. Il tecnico #USA sostiene che vi siano 4 siti di sepoltura dove, dopo l'incidente di Roswell, vennero condotti gli alieni. Otto extraterrestri, invece, sarebbero stati sepolti sotto un parcheggio della base.

Cos'è l'incidente di Roswell?

Sono passati tanti anni dal 1947 ma l'episodio accaduto a Roswell (New Mexico) è ancora un mistero.

Pubblicità

Lo sceriffo Jess Slaughter e il collega Charles Fogus si stavano recando a prendere un detenuto. Erano in macchina e, a un certo punto, avevano saputo di un terribile incidente nei cieli di Roswell. Curiosi, avevano deciso di recarsi sul luogo dello schianto e, senza volerlo, si erano trovati sulla scena di uno dei maggiori incidenti UFO di sempre. Le forze armate americane [VIDEO] hanno sempre sostenuto che a schiantarsi, a Roswell, fu una mongolfiera. I cospirazionisti, invece, ritengono che quell'oggetto volante fu un UFO, basandosi su numerose dichiarazioni rilasciate dalla gente che assistette alla scena. Il poliziotto Fogus, ad esempio, aveva rivelato di aver visto molti militari che portavano via i corpi degli extraterrestri.

'I corpi dovevano essere alti 5 piedi, ho visto le gambe e i piedi di alcuni di loro', rivelò Fogus riguardo all'avvistamento degli alieni a Roswell.