Già in altri articoli abbiamo affrontato il tema del lavoro [VIDEO], oggi vorremo elencare alcuni semplici consigli per pianificare un cambiamento professionale. Di solito la maggior parte delle persone è obbligata ad accettare un ruolo vacante per necessità finanziarie. Qualora però un individuo sia già impegnato con un altro lavoro, è più propenso ad accettare un'offerta che soddisfi le proprie aspettative professionali. Vediamo alcune soluzioni che potrebbero tornare utili. #Lavoro giovani #Curiosità

Sette consigli su come cambiare lavoro

  • Cercare un lavoro con discrezione. Quando si è pronti a cercare un nuovo lavoro, è meglio evitare che si venga a sapere tra i colleghi ed il capo. Nella maggior parte dei casi qualcuno potrebbe prenderla sul personale e mettervi in cattiva luce.
  • Ritrovare l'entusiasmo. Ritrovare l'entusiasmo perso a causa di una professione che non ci piace non è mai facile. Nasce, quindi, il bisogno di cercare altrove una nuova sfida, per rimettersi in gioco e per sentirsi ancora utili.
  • Fare attenzione ai social network. Negli ultimi anni i social network sono diventati un ottimo viatico per promuovere la propria attività professionale. Ma attenzione al rovescio della medaglia: è controproducente condividere le mancate aspettative nei confronti dei colleghi e del datore di lavoro.
  • Curriculum. Un altro aspetto da tenere in considerazione è quello di non usare il computer aziendale per inviare il proprio curriculum professionale. È buona norma farlo in un'altra sede opportuna, meglio ancora se lontani da occhi indiscreti e con un nuovo indirizzo di posta elettronica. Non per altro, è già capitato in diverse circostanze di vedere dipendenti licenziati o redarguiti, responsabili di aver cercato nuovi lavori durante l'orario di servizio.
  • Lettera di presentazione. Prima di accettare qualsiasi offerta, è importante scrivere una lettera di presentazione confacente al ruolo che si desidera ricoprire. Meglio, quindi, personalizzare tutte le lettere, senza utilizzarne una generica, perché risulterebbe scontata e priva di interesse. Una lettera ben scritta aggiungerà valore alla propria candidatura, ed aiuterà il vostro potenziale datore di lavoro a capire che voi siete la persona ideale per fare quel lavoro.
  • Nessun colloquio nel corso della giornata lavorativa. Quando sarete chiamati a sostenere un nuovo colloquio di lavoro, cercate di organizzarlo dopo le ore lavorative o durante il weekend o con le ferie. Se niente di tutto questo è possibile, allora provate a chiedere al vostro boss una giornata libera per motivi personali.
  • Dimissioni. Prima di decidere di dare le possibili dimissioni è basilare aver firmato il nuovo contratto. In definitiva, c'è sempre il rischio che la società che ha fatto l'offerta possa valutare l'assunzione di un altro candidato.