Pubblicità
Pubblicità
2

Tarik, un #bambino di 12 anni nato in un villaggio rurale nello stato di Uttar Pradesh, #India settentrionale, è venuto al mondo con una terribile malformazione a carico delle mani, che si presentano enormi e deformate. I medici non sanno spiegarsi a cosa sia dovuta la sua condizione, che gli impedisce di compiere anche le più semplici operazioni. Ma come se questo non fosse abbastanza, nel villaggio dove è nato i suoi compaesani lo temono e lo isolano.

Una malattia senza nome

Mentre mignolo e anulare sono normali, le altre tre dita di entrambe le mani gli sono cresciute a dismisura, raggiungendo una lunghezza di trenta centimetri.

Pubblicità

Un problema sconosciuto ai medici, che non hanno mai visto nulla del genere. Nel suo villaggio le persone lo temono, credono che sia "dannato" e lo hanno soprannominato "il diavolo". La zia del bambino racconta che le sue mani sono sempre state grandi, e sono cresciute a dismisura mentre il ragazzo cresceva. Per sopravvivere, nonostante la giovane età il ragazzo lavora in una bancarella insieme al fratello, che lo aiuta anche per compiere le azioni più semplici. Tarik da solo non può fare praticamente nulla e dipende dagli altri per tutto. "La sua vita è un inferno, non può nemmeno vestirsi da solo, devo aiutarlo per qualsiasi cosa" racconta il fratello.

Rifiutato dalla società

Il sogno di Tarik è quello di condurre una vita normale, come quella di tutti i bambini della sua età. Avrebbe voluto frequentare una scuola ma non gli è stato concesso perchè molte scuole lo hanno rifiutato, adducendo il fatto che la sua malformazione avrebbe spaventato gli altri studenti.

Pubblicità

Inoltre sin da piccolo è vittima del bullismo e della cattiveria di alcuni compagni, che non perdono occasione per prenderlo in giro. "In passato avevo alcuni amici, ora neanche uno, perché le persone mi temono - si sfoga Tarik - e le scuole hanno rifiutato [VIDEO] la mia richiesta di ammissione".

Il caso di Basori

Nei villaggi rurali dell'India essere discriminati per coloro che sono affetti da malformazioni o altri gravi problemi fisici non è infrequente. E' quanto accadeva anche a Basori, un uomo di 50 anni che vive nel Madhya Pradesh e che sembra un bambino, essendo alto solo 74 centimetri. Anche lui in passato è stato vittima di discriminazioni e bullismo nel suo villaggio, ma in seguito per fortuna è riuscito a farsi accettare, e oggi è una sorta di celebrità, benvoluto e coccolato da tutti i suoi compaesani. Speriamo che anche per Tarik le cose possano cambiare.