Vi siete mai chiesti quali fossero le prigioni più brutali al mondo? Eccovi un elenco di 3 prigioni infernali.

1. Gitarama

È situata in Ruanda ed è nota come l'inferno in terra. È stata progettata per contenere all'incirca 600 - 700 detenuti, ma ne ospita oltre 6000. Molti prigionieri sono costretti a stare in piedi in mezzo agli escrementi e gli arti dei prigionieri che si infettano cominciano a marcire costringendoli a farsi imputare.

2. Palmira

Essa è una #Prigione Siriana, ed è uno tra uno dei luoghi più oppressivi del pianeta. È stata progettata con l'intento di essere disumana. Nel 1980, il Presidente Hafez Al-Hassad, sopravvissuto ad un attacco brutale, ordinò ai suoi soldati di uccidere ogni detenuto perché pensava che gli autori dell'attacco fossero proprio i prigionieri.

Pubblicità
Pubblicità

Faraj Bayrakdar (oggi poeta, ieri detenuto) ha raccontato nel suo libro del suo ricordo di quando si trovava in un autobus insieme ad altri condannati diretti verso il carcere e il clima era tranquillo fin quando non si sentì la voce di un poliziotto che annunciava che la loro destinazione sarebbe stata Palmira. A quel punto tutti i detenuti iniziavano a disperarsi urlando a gran voce :"Palmira no!". Infatti essa è considerata un preludio alla morte per tutti. Bara Sarraj invece, tentò di descrivere Palmira ma non riuscendoci, arrivando infine a dire che non esistono parole per descrivere lo scempio di quella prigione. Essa secondo Sarraj deve essere ricordata nella storia come uno dei livelli massimi di crudeltà umana.

3. Carandiru

Si trova in Brasile ed era (oggi non esiste più) il carcere più spaventoso del mondo.

Pubblicità

La percentuale di mortalità e di violenza era tra le più alte del mondo. Un esempio è il massacro del 1992, quando vennero brutalmente uccisi 102 detenuti. 1 prigioniero su 5 era sieropositivo. Il massacro fu attuato da parte della #Polizia militare che sparò ai detenuti a causa di una feroce rivolta per riprendere sotto controllo la prigione. Successivamente Carandiru fu chiuso dal governo brasiliano nel 2002 e il colonnello Ubiratan Guimarães fu condannato a 620 anni di carcere per aver condotto il massacro ma poi la sua condanna fu annullata perchè eseguiva correttamente gli ordini dei suoi superiori. Ad oggi esiste anche un film di nome proprio Carandiru (2003) dove Un dottore viene a contatto con i detenuti di un carcere di San Paolo estremamente sovraffollato. Ma la tensione sale e sfocia in una rivolta dalle conseguenze fatali.

Ora sapete in quali Stati è meglio evitare di commettere reati se non volete passare guai seri. #Isis