Dopo l’uscita del film "All Eyez On Me" (pubblicato in America il 15 Giugno e in Italia il 7 Settembre) dedicato alla leggendaria stella del rap, si torna a parlare della sua presunta “non morte”. In queste ore il Daily Mail ha pubblicato la sensazionale notizia che #Tupac potrebbe essere ancora vivo. A dirlo è proprio l’amico e produttore del #rapper, Suge Knight.

La dichiarazione

Knight, produttore e fondatore dell’etichetta discografica Death Row Records, dichiara alla stampa: “Mi ricordo quando lasciai l’ospedale, io e Pac stavamo ridendo e scherzando. Quindi non riesco a capire come qualcuno possa passare dallo stare bene allo stare male”.

Pubblicità
Pubblicità

Lo racconta al telefono, dal carcere di Los Angeles, in esclusiva per lo speciale “Who Shot Biggie & Tupac?” condotto dal rapper Ice-T e dalla giornalista Soledad O’Brien.

Il documentario

Ice-t e Soledad hanno condotto un’indagine sugli omicidi irrisolti dei rapper Tupac e Notorius B.I.G i quali pare siano collegati. Il documentario, che durerà circa due ore, andrà in onda in America domenica 24 settembre sul canale Fox. Lo speciale si promette di raccontare i dettagli “mai sentiti fino ad ora” di entrambi i casi di omicidio che sono ancora, incredibilmente, rimasti irrisolti. Verrà trasmesso, inoltre, l’audio esclusivo mai pubblicato di Biggie (Notorius B.I.G) che parla dell’omicidio del suo rivale Tupac. Ignaro del fatto che anche lui pochi mesi dopo avrebbe fatto la stessa terribile fine.

Pubblicità

Nelle riprese sono stati inclusi i migliori amici di Biggie e Tupac, i quali diranno la loro opinione sui tragici avvenimenti accaduti.

Chi era Tupac?

Tupac Amaru Shakur nacque a New York nel 1971. Oltre che un rapper fu anche un importate attivista. Nelle sue canzoni si impegnava a trattare temi come la vita difficile del ghetto, il razzismo, l’emarginazione sociale, l’abuso di potere delle forze dell’ordine, la corruzione, l’alcolismo, la droga, la prostituzione e la violenza tra le bande di strada. Ha venduto oltre 85 milioni di dischi in tutto il mondo, ed è considerato uno dei rapper più influenti di tutti i tempi. Nonostante il suo grande successo, o forse proprio per quello, ebbe una carriera musicale molto beve. Morì dopo sei giorni, o almeno così si pensa, dalla sparatoria avvenuta a Las Vegas. La sparatoria si consumò dopo che il rapper ebbe assistito, insieme al produttore Suge Knight, all’incontro di pugilato storico tra Mike Tyson e Bruce Seldon svoltosi il 7 settembre 1996. Il caso di Tupac è ancora velato dal mistero, attendiamo la messa in onda del documentario. #Musica