Dal referendum per l'indipendenza della #catalogna alla sana trasgressione per dimenticare i tumultuosi scontri degli ultimi giorni. Al Salone Erotico di Barcellona sarà presente per il quarto anno consecutivo il team italiano della Spicylab, capitana dalla salernitana Mary Rider. Il prestigioso evento è giunto alla venticinquesima edizione e si svolgerà dal 5 al 8 ottobre 2017. Con la vulcanica Rider ci sarà Luna Dark, Capitano Eric, Alabor, Yukikon, Veronica Rossi e Gothic, l’albanese Greis Kelly, le spagnole Yelena Vera e Gabriela Flores ed i portoghesi CarlaKinky e Miguel. Dieci i palchi della fiera ed oltre alla Spicylab ci saranno case di produzione spagnole e portoghesi che presenteranno spettacoli hardcore, esibizioni di ballerine di pole dance.

Pubblicità
Pubblicità

Il festival prevede uno stand per omosessuali mentre nell'area 'swingers' ci sarà spazio per lo spirito goliardico dello scambismo. Il salone di Barcellona affronterà la tematica della trasgressione con interessanti conferenze e convegni nel padiglione didattico.

'Emozionata come se fosse la prima volta'

Prima della partenza #Mary Rider ha riferito di essere emozionata come se fosse la prima partecipazione all'evento catalano. 'Con Capitano Eric abbiamo fatto da apripista alla squadra italiana che ad ogni edizione diventa sempre più nutrita. 'Ad ottobre 2014 io ed Eric siamo entrati al Pabellon Olimpico [VIDEO] in punta di piedi, con umiltà ed ammirazione'. La salernitana ha affermato di essere orgogliosa di essere diventata un punto di riferimento della manifestazione a distanza di appena tre anni della prima partecipazione.

Pubblicità

'Siamo di fronte ad una kermesse da oltre trentamila spettatori con spettacoli erotici no stop per tutti i gusti'. Mary Rider ha sottolineato che nel corso della fiera vengono trattate anche tematiche delicate come la violenza e gli abusi sui minori.

L'entusiasmo di Luna Dark

Euforica Luna Dark che ha precisato che lo spirito che anima SpicyLab è contagioso e sono tantissimi i colleghi spagnoli e portoghesi che hanno chiesto di far parte del team italiano. 'Il nostro obiettivo è quello di trasmettere la gioia dell’erotismo nel rispetto delle diversità'. Da rimarcare che il concetto di 'normalità' è infatti ispirato il video promozionale del Salone erotico di Barcellona. 'E' ipocrita giudicare sbagliato il comportamento delle persone solo perché diverso da come siamo educati a pensare'. #Salone erotico Barcellona