Pubblicità
Pubblicità

Il 20 ottobre 1971, esattamente quarantasei anni fa, nasceva #snoop dogg, una delle figure più emblematiche e carismatiche dell' hip hop mondiale.

Calvin Cordozar Broadus Junior, questo il vero nome dell'artista originario di Long Beach, è diventato nel corso degli anni un vero e proprio simbolo della West Coast, ed ha scritto – soprattutto con i suoi primi lavori come 'Doggystyle' e 'Tha Doggfathercon' – pagine importanti e significative della storia del rap, guadagnandosi nei primi anni '90 la stima artistica, la popolarità, e soprattutto il rispetto all'interno della comunità hip hop americana [VIDEO].

Snoop Dogg e la cannabis, passione e business

Nel corso degli anni Tha Doggfather ha cambiato faccia più volte, modificando in maniera significativa il suo approccio artistico e comunicativo, mantenendo però sempre vivo nell'immaginario legato alla sua figura un elemento che può essere considerato il filo conduttore della sua intera esistenza, umana e artistica: l'amore per la cannabis e i suoi derivati [VIDEO].

Pubblicità

Quella di Snoop Dogg per la marijuana è ben più di una passione, ormai possiamo affermare senza paura di sbagliare che si tratta di un vero e proprio business, il rapper californiano ha infatti costruito un impero industriale sfruttando il fatto che in California ed altri Stati americani la cannabis può essere commercializzata legalmente.

Ma l'autore di 'Doggystyle' non si è limitato al semplice commercio legale dei derivati della cannabis, ha infatti avviato nel corso degli ultimi anni anche alcune start up legate a questo nuovo business, ed ha inoltre creato Marry Jane, 'l'enciclopedia dell'#erba', consultabile on line.

Lo spinello alla casa bianca

L'aneddoto più significativo dell' eterna laison tra Snoop Dogg e la marijuana è sicuramente rappresentato dall'ormai storico spinello fumato alla #casa bianca nell'autunno del 2013, quando Mr Calvin Cordozar Broadus Jr venne invitato con la moglie e la figlia alla residenza del presidente degli Stati Uniti – che all'epoca era Barack Obama – e stando a quanto raccontato da lui stesso durante un' esilarante chiacchierata con Jimmy Kimmel (primo video di seguito), avrebbe fumato erba nei bagni, eludendo la sorveglianza con uno stratagemma.

Pubblicità

Snoop sarebbe infatti riuscito ad ingannare la sicurezza della White House, giustificando l'odore di fumo fuoriuscito dal bagno come quello di un tovagliolo bruciato, accesso per contrastare il cattivo odore causato dal suo utilizzo del WC.