Probabilmente se dovessimo porre alle donne una domanda come questa: tu lo sai di che #coppa sei? non sarebbero molte coloro che saprebbero dare una risposta. È chiaro che si sta parlando di reggiseni e che la coppa è il luogo deputato ad accogliere questa parte così delicata e importante del corpo femminile. Chi va ad acquistare un reggiseno è generalmente perfettamente informata sulla taglia da richiedere, ha spesso anche un'idea di quale sia il tipo di capo intimo a cui dare la propria preferenza: push-up, senza spalline, a balconcino, con o senza ferretto. Ma la maggior parte delle donne che entrano in un negozio di intimo non sa che anche le coppe hanno una propria taglia, definita con le prime lettere dell'alfabeto.

Pubblicità
Pubblicità

Il #reggiseno non deve avere solamente la funzione di "contenere" la parte più seduttiva del corpo femminile, ma deve essere un prodotto su misura che valorizza, sostiene ed avvolge come una seconda pelle con tutti i vantaggi di ordine estetico. di confort e di salute. Perché il reggiseno vesta II seno nel modo migliore, due sono le misure da cui partire: il giro-seno (che dà la coppa) e la circonferenza toracica (che dà la taglia), intendendo con questa la misura del sotto-seno, calcolata alla base del seno. Se dunque una donna ha il giro seno pari a 85 cm e a livello toracico misura 70 cm porterà una seconda misura, coppa B. Naturalmente. se il giro-seno fosse di 90 cm. la sua coppa sarebbe D e così via. I vantaggi di un reggiseno di giusta taglia e di giusta coppa sono molteplici: innanzitutto la "schiena" del reggiseno non si alza più, eliminando un disagio non da poco.

Pubblicità

I seni sono contenuti nella misura che il loro volume esattamente richiede, senza dover intervenire per aggiustamenti e modifiche. Infine si ha la sensazione complessiva di indossare un capo davvero su misura, con tutta la soddisfazione che si prova quando si sceglie qualcosa che calza a pennello.

ABCDEF: l'alfabeto del reggiseno su misura. I negozianti possono essere di valido aiuto per individuare il reggiseno più giusto che sostiene senza comprimere, ma l'ABC della vestibilità è una cosa delicatamente personale ed è importante che ogni donna lo impari. Non solo per esser più bella, ma anche per rispettare il proprio corpo, tenendo conto che il seno, prima ancor di essere il simbolo della femminilità, è una parte anatomicamente molto delicata alla quale è necessario riservare ogni attenzione e cura.

I sistemi di misura sono diversi nel Mondo e i reggiseni non sfuggono a queste regole.

Due misure sono adottate da tutti i Paesi.

  • la circonferenza toracica (giro sotto seno);
  • il giro seno.

Come misurare la circonferenza toracica

Non bisogna prenderla dall'attaccatura del seno.

Pubblicità

Nel caso che sia voluminoso bisogna alzarlo e far girare il metro da sarta sotto il seno, La posizione deve essere eretta e il portamento diritto mantenendo una respirazione normale e regolare. Il metro da sarta non si deforma stringendolo e bisogna mantenerlo orizzontale e ben stretto. Per una misura più vicina alla realtà bisogna togliere qualche centimetro dal risultato ottenuto, questo perché il metro, a differenza del reggiseno, non è elastico, per esempio se leggete 92 cm mettete come misura di partenza 90 cm.

Come prendere la misura del giro seno

Mantenendo sempre il portamento diritto e la normale condizione respiratoria, bisogna indossare il reggiseno e passare il metro sopra il capezzolo o dove il seno si allarga maggiormente. Il metro deve mantenersi sempre in posizione orizzontale e non deve stringere. Se la condizione del seno è molto voluminosa, allora bisogna piegarsi come se si volesse toccare la punta dei piedi formando, possibilmente, un angolo retto con il pavimento. La misura va presa in questa posizione sul reggiseno che avete indossato. Nel caso in cui il vostro seno sia più largo che prorompente, allora scegliete una coppa più comoda e spostate la misura di una lettera. Per esempio se il calcolo da' come risultato una coppa D passate ad una E.

Come si ottiene la misura della coppa

Il seno ricorda anche una funzione trigonometrica e per conoscere la misura delle coppe del reggiseno bisogna far ricorso alla matematica. Indicando con GS= "giro seno" e con GSS= "giro sotto seno" possiamo scrivere la formula:

GS - (GSS + 12,5 cm) = misura della coppa

Perché sono stati aggiunti 12,5 cm? A prescindere il valore numerico di GS, la misura di GSS sarà sempre minore, vista la conformazione del corpo che disegna una forma a V. Un esempio chiarirà meglio il concetto.

  • GS= 76
  • GSS= 63

Misura della coppa = 76 - (63 + 12,5) = 2,5 cm che equivale ad una coppa A

Se la differenza è 5 cm allora la coppa equivalente è la B. Praticamente uno scarto di 2,5 cm fa passare alla lettera successiva e che si riferisce alle coppe del reggiseno. Queste sono misure che vanno intese in maniera convenzionata e generalizzata per l'applicazione nei paesi europei e che possono anche andare oltre la lettera E comunemente indicata come l'ultima della serie delle coppe, diciamo normali, poi esistono modelli "fuori serie" riservate per le donne che hanno un seno fuori dall'ordinario, non arrivano alla lettera Z, ma per la lettera L esistono reggiseni realizzati appositamente per "alloggiare" questa esplosiva forma del seno. #femminilità