Pubblicità
Pubblicità

“Dio creò l’uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò, maschio e femmina li creò “ (Genesi, 1:27). Com'è raccontato nella Genesi, Dio ha creato l'uomo e la donna nello stesso momento e della stessa sostanza. Sempre nella Genesi ma nel versetto 2:22 è riportato invece: "Dio edificava dalla costola che aveva preso dall’uomo una donna e la conduceva all’uomo." Letti questi due passi si può quindi concludere che Dio stia parlando di due persone distinte, no? Ci sono moltissime opinioni nei confronti di questo dilemma e molti dicono che la donna, nata insieme ad Adamo, si chiami #lilith.

Le tradizioni antiche

La figura di Lilith secondo la Cabala ebraica è la prima compagna di Adamo e quindi donna che precede Eva.

Pubblicità

La Cabala ebraica rappresenta l'insieme di tutti gli insegnamenti esoterici tradizionali dell'ebraismo rabbinico e si pone l'obbiettivo di cercare, di capire e definire la natura dell'universo, dell'uomo, della natura e lo scopo dell'esistenza. La Cabala ha visto il suo sviluppo nell'ambito della tradizione ebraica classica e suoi seguaci dicono che spiega il significato interiore della #Bibbia ebraica.

Ma Lilith non appare solo all'interno di questo patrimonio culturale umano. "La Lilith" (Isaia 34,14) appare infatti anche nel prologo dell'Epopea di Gilamesh. Quest'opera è un ciclo epico di origine sumera risalente a circa i 2500 a.C. L'intero poema è stato scolpito su tavolette d'argilla.

La prima fonte storica dove però appare la figura di Lilith in modo molto significativo e maggiormente esplicativo è nell'Alfabeto di Ben Sira, o meglio conosciuto con il nome di Libro Del Siracide o Ecclesiastico.

Pubblicità

Il libro risiede all'interno dell'Antico Testamento della Bibbia cristiana. L'autore è meglio conosciuto con il nome di Yeshua ben Sira, era uno scriba ebraico vissuto nel II secolo a.C. Nel libro viene raccontato che Lilith, non accettando la sottomissione da parte di Adamo decide di allontanarsi per sempre dal Paradiso Terrestre. Lilith non voleva sottomettersi sia sessualmente che mentalmente ad Adamo, che al contrario voleva possederla con forza ed arroganza. L'uomo ponunciò "Io non giacerò sotto di te, ma solo sopra. Per te è adatto stare solamente sotto, mentre io sono fatto per stare sopra.” Allora la donna abbandonò la sua dimora d'origine e iniziò a vivere in libertà. Si racconta che Lilith, andata via dal Paradiso Terrestre, non abbia mangiato il frutto proibito e grazie a questo continuò a giovare dell'immortalità.

Lilith nell'epoca Medievale

Nella cultura Medievale la figura di Lilith si trasformò in una figura malefica. La società maschilista e fanaticamente ecclesiastica che regnava all'epoca non avrebbe mai accettato che la donna rifiutasse la sottomissione dell'uomo.

Pubblicità

La preferita infatti diventò Eva, quella che noi oggi consideriamo tradizionalmente l'unica donna di Adamo. Eva non si è mai opposta al volere del marito e ha sempre assecondato le sue volontà. Ma prima che Lilith diventò una figura demoniaca nell'immaginario comune, nelle religioni neopagane era considerata la protettrice delle partorienti. e veniva invocata ogni qual volte fosse necessario proteggere una donna gravida. La natura di Lilith appare dunque piuttosto controversa nel corso delle epoche. Ciò fa sì che questa donna porti con sé una carica altamente misteriosa e spesso riesce a portare a credere che sia proprio lei la prima donna nata dal fango primordiale. Nell'Ottocento la figura di Lilith arriva ad acquisire una connotazione positiva anche nell'immaginario comune, diventò infatti il simbolo dell'emancipazione femminile.

Conclusione

Lilith rappresenta un modello di donna molto diverso da quello di Eva. Lilith è la reincarnazione della libertà, della diversità e della disobbedienza all'uomo. Eva invece, nata dalla costola di Adamo è stata "creata" per essere la sua suddita e per garantirgli una figura femminile per la procreazione. Perchè dunque Lilith viene poco considerata? Perchè non sene parla? Lilith rappresenta la diversità e la diversità ha sempre fatto paura al genere umano. Lilith è l'emancipazione della propria individualità, che spesso nelle epoche passate veniva soppressa invece che innalzata. Probabilmente questa figura è stata accantonata per evidenti questioni culturali e, magari perchè no, politiche. Che ogni lettore tragga la propria conclusione. #misteri