#linkedin è la rete sociale per professionisti più diffusa nel mondo. Anche in Italia viene utilizzato dagli head hunters per scovare i talenti che stanno cercando. Ma catturare l’attenzione dei recruiters non è semplice.

In un oceano di profili simili bisogna differenziarsi. Esistono dei trucchi con cui si può potenziare l’efficacia del proprio profilo aumentando le possibilità di ricevere offerte di lavoro tramite LinkedIn.

Ecco i nove consigli con cui il vostro profilo farà un boom di visite

  • Mostrate la vostra faccia: un profilo con una foto ha undici possibilità in più di essere visitato. Ma selezionate una vostra immagine che sia semplice e formale. Le parole d’ordine sono sobrietà e professionalità.
  • Vivete LinkedIn: siate attivi sulla piattaforma. Collegatevi ai gruppi che vi interessano e mostratevi attivi. Potreste attirare l’attenzione spingendo più persone a visitare il vostro profilo.
  • Ogni esperienza lavorativa conta: un sondaggio condotto da LinkedIn ha dimostrato che il 42% dei recruiters considera l’esperienza lavorativa da volontario alla stregua di una vera esperienza di lavoro.
  • Non dimenticate una breve descrizione: non dovete scrivere un poema sulla vostra vita. Ma un riassunto di quaranta parole sulle vostre esperienze vi aiuteranno a catture l’attenzione.
  • Esponetevi: i profili con una lista delle proprie conoscenze catturano l’attenzione tredici volte in più degli altri.
  • Non siate timidi: non abbiate paura di aggiungere dei professionisti che non conoscete al vostro profilo LinkedIn. Anzi, seguite le società in cui vi piacerebbe lavorare e aggiungete le persone con cui vorreste lavorare.
  • Siate creativi: non siate banali. Descrivervi con aggettivi comuni (responsabile, paziente etc.) non vi aiuterà a guadagnare la considerazione di nessun head hunters. E’ meglio avere una descrizione precisa di ciò che sapete davvero fare.
  • Fatevi raccomandare: chiedete ad un collega o a al vostro capo di lasciare un commento sul vostro profilo. Devono essere raccomandazioni specifiche in cui si descrive il vostro contributo ad un progetto e non dei generici complimenti alla vostra professionalità.
  • Pubblicate su LikedIn: per farvi notare potete scrivere degli articoli e pubblicarli su LinkedIn. Questo strumento potrebbe aiutarvi a dimostrare le vostre conoscenze e a far circolare il vostro profilo sulla piattaforma sociale.

Ora che il vostro profilo LinkedIn è aggiornato, siete pronti a iniziare la caccia al lavoro dei vostri sogni, buona fortuna! #lavoro 2017 #Disoccupazione