Mesopotamia: 4000 a.C.: è un tranquillo lunedì di maggio, quando un furbo sumero ideò quella cosa che avrebbe poi rivoluzionato il mondo: la scrittura. Dalla comparsa dell'uomo, questo ha solamente progredito, ma se pensate che anche con la scrittura sia andato avanti, vi sbagliate di grosso. Con l'invenzione dei social network, il nostro linguaggio si è trasformato forse in peggio, favorendo un sistema di comunicazione che andava contro i canoni dettati nel passato. Ma non ci siamo fermati qui: infatti #Whatsapp (e non solo), ha introdotto i famosissimi messaggi vocali, i quali, più che favorire la comunicazione tra le persone, ha forse contribuito a rovinare lunghi rapporti d'amicizia.

Pubblicità
Pubblicità

Quali sono le cose più fastidiose dei messaggi vocali?

Tutti noi abbiamo quell'amico che, per un motivo o per un altro (o solo forse per farti soffrire), comunica con te solamente attraverso la sua voce e non il tocco magico e silenzioso delle dita su una tastiera. Se anche tu hai un amico del genere, vedi se ti è capitato almeno una volta…

1-audio mentre sei in una sala d’attesa: a tutti noi è sicuramente successo di ricevere un messaggio vocale mentre magari eravamo in un luogo silenzioso ma con altre persone. Avremmo fatto di tutto per ascoltarlo, ma ci sembrava scortese mettere gli auricolari e non volevamo di certo far sapere a tutti il contenuto;

2-audio di durata tendente a infinito: probabilmente la categoria più brutta di messaggi vocali che ci possa essere.

Pubblicità

Persone che hanno avuto voglia di recitarti un poema attraverso un messaggio vocale che però, per non rovinare l’amicizia, sarai costretto ad ascoltare;

3-audio spezzettati: della durata media di 2 secondi, sono i lontani cugini dei messaggi precedenti. In questo caso, chi manda il messaggio, non riesce a dire ciò che vuole immediatamente e quindi ti delizia condendo la tua giornata con una 50ina di messaggi vocali;

4-audio con rumore di fondo: ovviamente il tuo amico, molto intelligentemente, da dove può mandarti i messaggi vocali se non da un luogo molto affollato e rumoroso? ATTENZIONE: se gli dirai di non aver capito te ne manderà un altro in cui griderà più forte (tutto a vantaggio del tuo otorinolaringoiatra);

5-audio molesto: il tuo amico esce, si va ad ubriacare allegramente e indovina un po’ chi sarà il bersaglio di una mole di audio che farà concorrenza solo a youtube? Non azzardarti a dirgli di non farlo! Così non farai altro che aumentare la sua voglia di disturbarti. #Curiosità