Pubblicità
Pubblicità
10

Eccoci all'ultimo appuntamento con le classifiche sui genitori di #anime e manga. Dopo i primi due appuntamenti sui 10 peggiori padri [VIDEO] e le 10 peggiori #madri, abbiamo avuto la #classifica dei 10 migliori padri. Questa volta, scopriremo quali sono le migliori mamme dell'animazione giapponese. Rimarremo sempre fedeli al giudizio e ai voti dei fan per stabilire questa graduatoria. Perciò, ecco le 10 migliori madri di anime e manga.

10) Bell-mere (One Piece)

Al 10° posto, Bell-mere. La bella ex marine ha dimostrato di essere al contempo sia una donna dal carattere forte che una splendida genitrice. Dopo aver salvato Nami e Nojiko, poco più che neonate, da una terribile tempesta, rinuncia al suo lavoro per rimanere sull'arcipelago Konomi con loro e crescerle come se fosse la loro vera madre.

Pubblicità

L'educazione impartita da Bell-mere potrà sembrare rigida, ma lo fa solo per amore delle sue bambine e riesce comunque a dimostrare sempre tanta dolcezza ed entusiasmo. All'arrivo di Arlong, Bell non si fa problemi a fronteggiare il pirata per difendere le sue bambine e quando arriva il momento di pagare il tributo cittadino, rinuncia volentieri alla sua quota e così alla vita per salvare quella di Nami e Nojiko. Meraviglioso vedere come un genitore possa sacrificarsi in questo modo per un figlio amato.

9) Sachiko Fujinuma (Erased)

Al 9° posto, Sachiko Fujinuma. Una donna intelligente, bella e di successo. Sachiko occupava una posizione di prestigio nella sua compagnia, ma ha scelto di mettere al primo posto la cura per il figlio anziché la carriera. Nonostante Satoru la veda un po' come un demone, a causa del suo incredibile intuito e del fatto che sia estremamente invasiva nella sua vita, anche sentimentale, ma tutto questo lo fa solo per suo amore.

Pubblicità

Sachiko è sempre stata a conoscenza dei casi di rapimento e sparizione nella sua città, ma ha deciso di ignorarli e rimanere in silenzio per la sicurezza e la crescita di suo figlio. Inoltre, quando Satoru va in coma, decide di tenerlo attaccato alle macchine anche se contro il parere dei medici e non solo. Per 14 anni, si reca ogni giorno in ospedale per accudirlo e tenergli compagnia, fin quando finalmente non si risveglia. Tale amore e dedizione sono ammirevoli.

8) Junko Kaname (Puella Magi Madoka Magica)

All'8° posto, Junko Kaname. Donna in carriera, di fascino e di successo, Junko mette molto impegno e dedizione nel lavoro, tuttavia riesce nonostante tutto a trovare sempre del tempo da dedicare alla sua amata famiglia. Sa perfettamente che sua figlia Madoka si trova in un'età difficile e cruciale, ed è per questo che è sempre pronta a starle vicino e a consigliarla, forte della sua esperienza di donna di vita vissuta.

Junko ha un atteggiamento allegro, energico e spigliato con tutti, amici, colleghi e parenti, e spesso si comporta come una coetanea, più che come una mamma, nei confronti dei figli, per capire meglio quali siano i loro problemi e i loro stati d'animo.

Pubblicità

Uno dei suoi più grandi piaceri è appunto chiacchierare con la figlia appena alzate e darle un bel cinque prima di andare rispettivamente a scuola e a lavoro. Come si suol dire, una mamma per amica.

7) Yasuko Takasu (Toradora)

Al 7° posto, Yasuko Takasu. La bella trentatreenne ha un carattere allegro, gioviale e giovanile e adora definirsi come "l'eterna ventitreenne". Yasuko ha avuto un passato difficile e ha dovuto far fronte da sola a molti problemi. Rimasta incinta di Ryuuji, viene abbandonata dal compagno che si rifiuta di sposarla e prendersi le proprie responsabilità e, per amore del figlio, litiga con la sua famiglia, contraria alla gravidanza, abbandonandola e preparandosi a crescerlo da sola. Per non dargli un dispiacere, inventa per Ryuuji la bugia che il padre sia morto anziché scappato.

Per poter mantenere sé, suo figlio e anche Taiga che considera come una figlia, Yasuko lavora come hostess in un bar, sotto lo pseudonimo di Mirano. Nonostante l'atteggiamento da ragazzina, è sempre molto espansiva e premurosa, e si offre di aiutare come può la sua famiglia. Questa donna dedica tutta la sua vita al bene e alla felicità dei figli.

6) Carla Yeager (Shingeki no Kyojin)

Al 6° posto, Carla Yeager. Questa donna prova uno smodato amore per tutta la sua famiglia e coloro che reputa come tali. Sin da giovane, pur essendo affetta di una tremenda malattia, si preoccupa maggiormente del destino dei suoi cari che della propria vita. Dopo aver formato una famiglia con Grisha, Carla dimostra di essere una madre dolce e premurosa, preoccupata per la salvaguardia di Eren, che desidererebbe arruolarsi nella Legione Esplorativa.

Anche con Mikasa e Armin, la signora Yeager ha un atteggiamento gentile e materno, trattandoli come se anch'essi fossero suoi figli. Quando i titani invadono il loro distretto, Carla, rimasta schiacciata sotto le macerie della loro casa, pensa per prima cosa alla sopravvivenza dei bambini, pronta a morire, divorata da un gigante, permettendo così ai piccoli di essere portati in salvo.

5) Bulma Brief (Dragon Ball)

A metà classifica, Bulma Brief. Bella, geniale ed avventurosa, dopo essere maturata come donna, Bulma diventa anche una splendida madre. Rassegnata al fatto che il suo uomo sia un inguaribile fissato per gli allenamenti e ben poco affidabile, la scienziata si prende la responsabilità di crescere il piccolo Trunks da sola e lo fa egregiamente.

Bulma non si separa praticamente mai dal suo piccolo bambino e trova sempre modi per farlo divertire o calmarlo quando si agita. Anche quando Trunks diventa più grande, Bulma resta tanto premurosa quanto severa, quando ci vuole. Forte della ricchezza di famiglia, non gli fa mancare mai niente ed è pronta a viziarlo ed accontentarlo in tutto ciò che vuole.

Alla nascita di Bra, è preparata ad ogni possibile sforzo e cerca di agevolare il più possibile la venuta al mondo in sicurezza della bambina. Anche nel futuro, Bulma dimostra di tenere al figlio più di qualsiasi altra cosa. Si fida di lui al punto da affidargli la missione di cambiare le sorti del loro tempo e per dargli la possibilità di partire, sacrifica la sua vita per far perdere tempo a Black.

4) Hana (Wolf Children)

Al 4° posto, Hana. Anche lei è il perfetto esempio di donna pronta a sacrificare la propria vita per il bene dei figli. Dopo essere rimasta incinta di un uomo lupo e aver partorito Yuki e Ame, ibridi delle loro razze, Hana, che era solo una studentessa universitaria, per amore dei figli, che hanno l'istinto e la possibilità di trasformarsi in animali, decide di abbandonare la casa di città per trasferirsi in campagna, dove i bambini possono avere spazio per crescere e giocare liberamente e in un ambiente incontaminato.

Qui, si ritrova ad affrontare altre dure prove, non solo dal punto di vista genitoriale, come gestire due difficili mezzi lupi, ma anche a dover rimettere a posto la sua vita e avere la sicurezza di poter andare avanti, ricostruendo la loro casa e imparando a coltivare la terra per sopravvivere. Hana vive con la costante preoccupazione per il futuro di Yuki e Ame, ma ha già sacrificato tutto per loro ed è pronta a rifarlo in qualsiasi momento.

3) Sanae Furukawa (Clannad)

Al 3° posto, Sanae Furukawa. Dall'aspetto incredibilmente giovanile e dalla personalità spesso infantile, Sanae viene spesso scambiata più che per la madre della figlia Nagisa, per la sorella maggiore. Il suo animo è sensibile e il suo carattere dolce e scoppia a piangere molto facilmente. Tuttavia, quando la situazione si fa dura, riesce a ritrovare la sua calma e a dare consigli e aiuti preziosi.

Sanae è una madre naturale e lo dimostra nel suo ruolo di insegnante a casa ad un gruppo di bambini, che svolge egregiamente. Lei, come suo marito Akio, tengono alla famiglia più di ogni cosa. Lo dimostra il loro sacrificio nel rinunciare alla propria carriera e ai propri sogni per stare vicino a Nagisa che, avendo una salute cagionevole e un continuo bisogno di cure e attenzioni, decidono di intraprendere un lavoro che gli permetta di starle sempre vicino.

2) Trisha Elric (Full Metal Alchemist)

Al 2° posto, Trisha Elric. Bella, dolce e premurosa, Trisha è una meravigliosa madre e casalinga che ha la famiglia come primo pensiero. Dopo essersi innamorata di Hohenheim, accetta la sua condizione di immortale e decide di avere dei bambini con lui. Quando quest'ultimo si prende la responsabilità di partire per fermare il Padre e il suo piano di conquista del mondo, Trisha non lo ferma, perché sa che è la cosa giusta, e anzi, lo tranquillizza, promettendogli che lo aspetterà tutto il tempo necessario, prendendosi cura dei bambini per poi tornare a stare insieme.

Così, Trisha diventa una mamma tuttofare sempre attiva e mette tutta se stessa per crescere e badare ad Edward e Alphonse, mentre manda avanti la casa. Li consola quando necessario e cerca di non far mancare loro niente, così da non risentir della mancanza del padre. Sfortunatamente, il troppo lavoro e gli sforzi eccessivi fanno ammalare la povera donna, fino a giungere alla morte. Tuttavia, anche in queste condizioni, la madre ha sempre cercato di mostrare un sorriso ai figli, così da non farli preoccupare. E' fiera di loro e della loro maturazione; il suo unico rimpianto è non poter mantenere la promessa fatta ad Hohenheim.

1) Kushina Uzumaki (Naruto)

Dulcis in Fundo, Kushina Uzumaki. La ninja dai capelli rossi ha dimostrato di avere un carattere complesso, forse completo, sia come donna che come madre. Quand'era giovane, il suo temperamento aggressivo era famoso al villaggio di Konoha e si guadagnò per questo la nomea di maschiaccio. Tuttavia, l'insistenza e le premure di Minato, l'hanno pian piano fatta addolcire, fin quando, innamoratasi di lui, decidono di mettere su famiglia insieme.

Al carattere forte e aggressivo dell'adolescenze, la Kushina in dolce attesa sostituisce una premura senza pari e un'entusiasmo nella nascita del figlio, genuino e commovente. In quanto ex Forza Portante della Volpe a Nove Code, teme più per 'incolumità del figlio alla nascita che non per la sua, per paura che rimanga ferito. Una volta nato Naruto e liberata la Volpe, Kushina sacrifica la sua vita con quella del marito per salvare il villaggio e il figlio, sigillandola proprio dentro il piccolo.

Anche dopo la morte, lo spirito di Kushina veglia su Naruto e una volta reincontratisi, abbraccia con amore ed orgoglio il figlio, ormai diventato un vero uomo, e questi fa lo stesso con la madre, felice e orgoglioso anche lui di avere avuto una donna straordinaria che ha dato la sua vita per lui.