Ogni anno, in ogni stagione, sia se si avvicinano le feste natalizie sia se bisogna andare al mare, il desiderio di perdere qualche chilo è sempre presente in ognuno di noi. Uomo o donna, piccolo o grande, qualsiasi persona ha voglia di perdere parecchie taglie per tornare ad un fisico asciutto o di levare definitivamente quel chilo di troppo che da fastidio. Su internet, sui giornali o di voce in voce vengono descritte moltissime diete, da quelle drastiche a quelle particolari, dalle restrittive a quelle larghe in cui si può mangiare tutto.

Ecco le tre diete che funzionano davvero

Ogni cibo può essere considerato perfetto o nocivo a seconda del percorso che vogliamo seguire [VIDEO] e, tranne alcune ovvietà (ad esempio non mischiare pasta e pane), per il resto nessuno riesce a capire quale #Dieta sia giusta e quale sbagliata.

Pubblicità
Pubblicità

Iniziamo con il dire che ogni fisico ha bisogno di un determinato apporto di calorie, proteine e grassi e che individuare un'alimentazione universale, valida per far dimagrire qualsiasi persona, è impossibile se non impensabile. E' pur vero, però, che avere un atteggiamento sano nei confronti del mangiare, unito ad un continuo movimento fisico, porta a perdere un bel po' di peso. Vediamo quali sono le tre diete che vengono considerate migliori e sicure da chi le ha provate sulla propria pelle:

  • Dieta low Fodmap: è quella migliore per sgonfiarsi. Permette di appiattire la #pancia, agisce positivamente sull'umore, allevia crampi e tensione addominale. E' una dieta che può essere seguita da tutti anche se i suoi risultati migliori sono sulle persone che soffrono di intestino irritabile. Deve essere seguita in modo ferreo per almeno otto settimane seguendo due fasi differenti: eliminazione di alimenti ad alto contenuto fodmap (fruttosio, lattosio, xilitolo) nella prima, reintroduzione degli stessi nella seconda. Già nei primi quattro giorni notiamo una riduzione del gonfiore dell'addome. Si può liberamente mangiare riso, mais, pomodori, zucchine, carote, lattuga, tacchino, pesce, pollo e manzo. Allontanare dalla tavola la pasta, i legumi e la frutta che tende a fermentare (mele, pere, prugne).
  • Dieta dopamina: si perde peso in modo graduale consentendo a chi la comincia di non perdere mai fiducia e di essere certo del calo. Poco per volta ma con molta resistenza. E' adatta principalmente per chi riesce a tollerare l'assenza fissa di pasta e pane ma soprattutto a chi non ha problemi economici in quanto il mangiare deve essere bio. Bisogna trovare cibi ricchi di tirosina come ad esempio carne, pesce, uova e latticini. Sono ammessi formaggi e burro (ma in piccolissime quantità), noci, cioccolato fondente e un bicchiere di vino al giorno.
  • Bikini Body Diet: è la dieta per chi vuole perdere subito parecchi chili, spesso in soli ventotto giorni. In poco meno di un mese la massa grassa lascia spazio a muscoli forti, il corpo si tonifica, braccia, game e glutei si rassodano e l'addome si appiattisce. E' adatta per persone che sono abituate a fare #sport in quanto è formata da continuo movimento e piccoli pasti frequenti. Ogni tre ore, infatti, devono essere ingerite molte proteine fino ad arrivare a 1500 calorie giornaliere (frequente è l'uso di salmone, uovo, prosciutto, avocado tacchino e lattuga). Il movimento è costituito da un'alternanza di aerobica e pesi, e, un giorno a settimana, bisognerebbe seguire un corso di yoga.