La Banca Centrale Europea ha annunciato il lancio della nuova banconota da #50 euro. L’annuncio è arrivato, un po’ a sorpresa, direttamente da Francoforte, sede della #bce, ed è stato presentato come un importante passo avanti verso la lotta ai falsari.

Pubblicità

Dopo i restyling delle banconote da 5, 10 e 20 euro che, negli scorsi anni sono state rinnovate con l’introduzione di nuovi accorgimenti tecnici che ne dovrebbero rendere molto più difficile la contraffazione, è ora il turno del biglietto maggiormente diffuso, quello da cinquanta euro, che sarà immesso in circolazione il prossimo 4 aprile..

Pubblicità

La nuova banconota da 50 euro: ecco cosa cambia

La principale novità della nuova stampa da 50 euro è senza dubbio rappresentata dalla finestra con ritratto della figura mitologica graca Europe, visibile in controluce da entrambi i lati del biglietto. Si tratta di una particolarità già presente nelle precedenti emissioni dei tagli da 5, 10 e 20 euro facenti parte della serie denominata, appunto, Europa.

Un’altra novità è rappresentata dalla cifra stampata in colore verde smeraldo che, a seconda dell’inclinazione con la quale viene guardata, cambia colore assumendo tonalità che virano verso il blu scuro. Sul retro, invece, la cifra 50 è stampata con colori iridescenti e si ripete più volte.

Tutte queste modifiche, rispondono a nuovi criteri di sicurezza introdotti dalla Banca Centrale Europea e basati sul concetto di ‘guardare, toccare e muovere’ che dovrebbe facilitare la verifica dell’autenticità delle banconote.

Pubblicità

La spesa per la stampa dei nuovi biglietti da 50 euro sarà tra 6 e 10 centesimi a banconota, comprensivi di carta, inchiostro e stampa.

Le vecchie 50 euro, che fine faranno?

Come detto, le nuove banconote entreranno progressivamente in circolazione a partire dal 4 aprile, ma le vecchie 50 euro continueranno ed avere validità fino a quando non saranno completamente sostituite da quelle di nuova emissione. Per la completa sostituzione si prevedono tempi abbastanza lunghi, anche perché il biglietto da cinquanta euro, con i suoi 8 miliardi di pezzi, rappresenta circa il 45 per cento del contante in circolazione. La BCE, comunque, provvederà con largo anticipo ad annunciare l’uscita dalla circolazione delle vecchie 50 euro.