L’#Inps, Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, ha pubblicato la circolare 87/2017 nella quale vengono stabiliti gli importi per gli #assegni familiari spettanti per il periodo che va dal 1° luglio 2017 al 30 giugno 2018. Com’è noto, infatti, l’ammontare degli assegni viene ogni anno determinato in base alla composizione del nucleo familiare e del suo reddito complessivo con rivalutazione annuale in proporzione a quella che è stata la variazione dell’indice dei prezzi al consumo secondo le rilevazioni ISTAT.

A chi spettano gli assegni familiari: limiti di reddito 2017

Gli assegni per il nucleo familiare (ANF) vengono erogati dall’INPS quale sostegno al reddito delle famiglie dei lavoratori dipendenti e dei pensionati da lavoro dipendente nelle quali il reddito complessivo sia inferiore ad un limite stabilito per legge e che varia a seconda della composizione del nucleo familiare.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda il 2017, il limite di reddito minimo per una famiglia composta da uno solo o da entrambi i genitori ed un figlio minore è stato fissato a 14.383,37 euro, limite entro il quale viene erogato il massimo dell’importo previsto. Questo sale progressivamente col crescere del numero dei componenti e decresce, altrettanto progressivamente, con l’aumentare del reddito. Nel caso, invece, di una famiglia nella quale uno dei componenti è disabile, il limite di reddito minino è innalzato a 25.659,92 euro. In ogni caso, si tratta di cifre invariate rispetto a quelle dello scorso anno.

Gli importi per gli assegni familiari 2017

Per quanto riguarda gli importi degli assegni familiari per il 2017, questi sono rivalutati ogni anno in base all’incremento dei prezzi al consumo rilevato dall’ISTAT tra l’anno di riferimento dei redditi e l’anno precedente.

Pubblicità

In riferimento al 2017, tale differenza, calcolata tra il 2015 e il 2016, è risultata essere negativa (per la precisione, -0,1%), ragione per la quale anche gli importi degli assegni per il 2017 sono rimasti invariati rispetto a quelli erogati nell’annualità in corso. Questo in quanto, secondo la legge 208/2015 che regolamenta il regime degli assegni familiari, l’adeguamento rispetto all’anno precedente non può essere inferiore a zero.

Sulla base di questi rilevamenti, l’importo dell’assegno mensile per una famiglia composta da uno o due genitori ed un minore sarà di 137,50 euro fino al raggiungimento del reddito minimo di 14.383,37 euro, per azzerarsi completamente al raggiungimento del limite massimo di 70.996,27 euro.

Uno schema completo per limiti di reddito, composizione della famiglia ed importo dell’assegno può essere consultato nell’allegato n. 1 della circolare numero 87/2017 pubblicata sul sito dell’Istituto all’indirizzo www.inps.it #sussidio