A seguito delle ultime novità sul riordino degli ammortizzatori sociali, l’#Inps ha pubblicato la circolare 86/2017 contenente le istruzioni per la richiesta del #sussidio SIA (Sussidio di Inclusione Attiva) in favore delle famiglie bisognose. Il beneficio in questione [VIDEO], introdotto con la Legge di Stabilità 2016, è stato, infatti, oggetto di numerose modifiche in attesa di essere definitivamente sostituito dalla nuova misura del Reddito di Inclusione Attiva prevista nell’ambito della legge di contrasto alla povertà.

Le novità del sussidio SIA 2017: beneficiari, importo e durata

Il sussidio SIA prevede l’erogazione di un sostegno economico in favore delle famiglie bisognose, individuate attraverso un limite di reddito #isee, la composizione del nucleo familiare (con l’eventuale presenza di soggetti deboli come pensionati, disoccupati, minori e donne incinte) e soggetto alla sottoscrizione di un progetto di inclusione lavorativa e sociale da parte di tutti i componenti della famiglia.

Pubblicità
Pubblicità

Le principali novità in vigore dal 30 aprile 2017 riguardano:

  • Beneficiari

Viene ampliata la platea dei beneficiari grazie all’allentamento di alcune restrizioni: per quanto riguarda il possesso di autovetture superiori ad una determinata cilindrata, ad esempio, non si terrà conto dei veicoli soggetti ad agevolazioni fiscali in favore di disabili. Viene inoltre ridotto il coefficiente indicatore dello stato di bisogno da 45 a25 secondo un calcolo derivante dai punteggi assegnati alla composizione del nucleo familiare e alla condizione economica.

  • Importo

Per quanto riguarda gli importi (ricordiamo che il sussidio prevede un assegno di 80 euro mensili per ogni componente del nucleo familiare fino ad un massimo di 400 euro), è previsto un aumento di 80 euro mensili per i nuclei composti da un solo genitore e da figli minorenni.

Pubblicità

  • Durata

Per quanto riguarda la durata, viene introdotta la possibilità di prolungare i dodici mesi previsti inizialmente presentando una nuova richiesta sei mesi dopo l’erogazione dell’ultimo assegno.

Il nuovo modello di domanda per il sussidio SIA

In virtù delle modifiche apportate ai requisiti richiesti per l’erogazione del sussidio SIA, l’INPS ha pubblicato un nuovo modello di domanda, aggiornata con le novità in vigore dal 30 aprile 2017. Questa può essere scaricata dall’allegato 2 della circolare 86/2017, pubblicata sul sito dell’istituto e sulla Gazzetta Ufficiale n.99 del 29 aprile 2017.

L’INPS ha inoltre predisposto il modello SIA-com da utilizzare per la comunicazione di eventuali cambiamenti nella condizione di reddito o lavorativa verificatesi rispetto all’ISEE presentato al momento della richiesta del sussidio.