Un emendamento presentato dal Partito Democratico alla manovra bis, con prima firma Boccadutri, intende dire addio alle monetine da 1 e 2 centesimi [VIDEO]. Il risparmio che si genererebbe dallo stop al conio delle monete, che partirà a decorrere dal 10 gennaio 2018, sarà destinato al Fondo per l'ammortamento dei Titoli di Stato. Tutto questo comporterà un arrotondamento dei pagamenti effettuati in contanti nel periodo di sospensione. Lo stesso emendamento prevede anche una significativa stretta sul pagamento del #Bollo auto, i mancati pagamenti precluderanno la possibilità di revisionare i veicoli. La #Codacons insorge, perché prevede un rincaro selvaggio dei prezzi a danno dei consumatori italiani.

Pubblicità
Pubblicità

La protesta del Codacons

All'inizio del prossimo anno, avremo probabilmente delle novità che riguardano l'economia e la tassa sui veicoli, il #Governo infatti ha presentato un emendamento che prevede la completa estinzione delle monete da 1 e 2 centesimi di euro a partire dal 10 gennaio prossimo. Un'altra importante novità invece, riguarda i pagamenti del bollo auto, che se risultano irregolari, il veicolo non potrà essere revisionato sino alla completa regolarizzazione. Il presidente della Codacons, Carlo Rienzi, ha rilevato che questo provvedimento sull'eliminazione delle monetine, potrebbe portare ad un aumento considerevole dei prezzi al consumo sugli arrotondamenti, sempre a danno dei risparmiatori. L'aggiustamento dei listini, secondo il numero uno della Codacons, sarà regolato senza dubbio al rialzo, comportando un rincaro selvaggio, al quale il Governo non saprà adottare un controllo adeguato.

Pubblicità

La stretta sul bollo auto

Altro provvedimento significativo, riguarda il pagamento del bollo auto, gli automobilisti inadempienti dovranno fare i conti con una restrizione sulle revisioni dei veicoli. Le officine autorizzate infatti, avranno a disposizione i dati provenienti dalla motorizzazione sui mancati pagamenti della tassa automobilistica, oppure veicoli sottoposti a fermo amministrativo e non potranno eseguire la revisione della vettura sottoposta a controllo. Si tratta di una 'manovra' che mira ad eliminare l'evasione dell'importo, relativo al bollo auto e di conseguenza eliminare dalle strade i veicoli inadempienti sino a quando il proprietario non ha provveduto al pagamento della tassa dovuta.

Per rimanere aggiornati sulle novità di questo argomento, oppure su tutte le news proposte da questo autore, è necessario cliccare il pulsante "segui", vicino al nome ad inizio articolo.