Pubblicità
Pubblicità

Parte il nuovo super treno #Italo Evo, la cui entrata in funzione, prevista per il prossimo 7 dicembre, porterà per l’Alta Velocità di Ntv un incremento delle corse e nuove #assunzioni. La presentazione del nuovo vettore, realizzato sempre dalla francese Alstom nello stabilimento di Savigliano, in provincia di Cuneo, è avvenuta oggi alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda e dei vertici di Ntv, rappresentati dal Presidente Luca Cordero di Montezemolo e dall’Amministratore Delegato Flavio Cattaneo che hanno, tra l’altro, confermato la quotazione in borsa nel 2018.

Evo, il nuovo treno di Italo: il più moderno in Europa

La flotta dell’Alta Velocità si arricchisce con il nuovo treno Italo, considerato il più moderno in Europa dal punto di vista del confort, della sostenibilità e dell’aerodinamicità.

Pubblicità

Soddisfazione è stata espressa dal Presidente Montezemolo circa il fatto che i nuovi treni sono stati realizzati interamente in Italia in uno stabilimento dove gli operai, grazie a questa commessa, sono rientrati dalla cassa integrazione [VIDEO].

Grazie all’acquisto di 17 nuovi treni, saliranno a 42 i convogli di Ntv. I primi 4 Italo Evo saranno in funzione già dal prossimo 7 dicembre, mentre altri 12 entreranno in servizio nel corso del 2018 e l’ultimo nel 2019, consentendo alla compagnia di Montezemolo di portare le corse giornaliere coperte con i treni Italo dalle attuali 56 a 68 già dal prossimo 10 dicembre con l’entrata in vigore dell’orario invernale. A regime, quando tutti i nuovi convogli saranno circolanti, le corse giornaliere gestite saranno 90.

Nuove corse e assunzioni in arrivo per Italo, nel 2018 la quotazione in borsa

Le nuove corse che saranno effettuate con Italo Evo andranno ad incrementare le frequenze sulle tratte già esistenti, in particolare tra Roma e Milano, dove sarà garantito un treno ogni 30 minuti, ma anche da Torino e Napoli verso il capoluogo lombardo e tra Roma e Firenze.

Pubblicità

Prevista anche la copertura di nuove direttrici, come quella del Nord-Est tra Torino, Milano e Venezia con prolungamenti a Bolzano e Trieste.

L’acquisto dei nuovi treni avra riflessi non solo sui servizi offerti ai clienti, ma anche sull’occupazione, con la previsione di nuove assunzioni per 170 addetti, [VIDEO] praticamente 10 per ogni Italo Evo che entrerà in funzione, che andranno ad incrementare le mille persone, con un’età media di 32 anni, che già lavorano per Ntv con contratti a tempo indeterminato.

Nel corso della presentazione del nuovo super treno, Montezemolo ha confermato il programma che prevede la quotazione in borsa della società nel corso del 2018 con tempistiche che saranno decise dal prossimo Consiglio di Amministrazione calendarizzato entro la fine dell’anno. #Lavoro giovani