A Milano c'è un nuovo sportello #bancomat per comprare in contanti #bitcoin, Ethereum, Litecoin, attualmente le tre cryptocurrency più importanti [VIDEO] (in realtà LTC sarebbe la quarta o la quinta in base ai dati su prezzo, volume di scambi e marketcap, ma nella cryptocommunity è di certo meglio valutata che Ripple o Bitcoin Cash). L'ATM per BTC, LTC e ETH si trova in via Arcivescovo Calabiana, in zona Bocconi – Porta Romana tanto per intenderci (verso sud-est e poco fuori dal centro della città) ed è stato installato da Chainblock, un'azienda italiana specializzata nel settore sportelli bancomat per monete digitali, presso il Talent Garden Calabiana.

Vediamo dunque come acquistare Bitcoin, Ethereum e Litecoin in contanti presso questo nuovo bancomat a Milano, che ovviamente dà anche la possibilità di convertire le proprie criptomonete in moneta fiat, cioè in euro (si dice "fiat" per indicare le classiche valute come euro, dollaro, sterlina ecc...).

Sportello Bancomat per Bitcoin a Milano: come funziona

Lo sportello è strutturalmente uguale a un normale bancomat ma per poterlo utilizzare occorre registrarsi sul posto: come prima cosa va inserito il proprio numero di cellulare, poi occorre far scansionare un proprio documento di identità valido, infine verrà fatta una foto del viso come conferma del documento. Ogni operazione genererà una password che viene mandata al cellulare, e sempre per ogni operazione occorre che con lo smartphone di faccia leggere il codice Qr del proprio wallet dove si andranno a mettere le cryptomonete acquistate o dove si hanno quelle che si vogliono cambiare in contanti.

Le commissioni non sono proprio economiche, intorno al 7%, ma nel mercato delle criptomonete più o meno sono queste per le più comuni operazioni e sui vari exchange. Con una certa esperienza e sapendo come muoversi si possono ridurre parecchio, ma se si vuole fare in pochi passaggi e velocemente ci sono comunque dei costi.

I Bitcoin, Litecoin e Ethereum comprati in contanti presso il bancomat a Milano possono essere conservati anche su una wallet card, una carta prepagata ricaricabile sulla quale si carica appunto la quantità di crypto acquistata e che si può spendere semplicemente usando la carta come si fa con le comuni carte in circolazione. Ovviamente il corrispettivo in euro dipende dalle oscillazioni di prezzo di BTC, LTC e ETH [VIDEO], ed ogni utilizzo porta al pagamento di una commissione. #criptovalute