Pubblicità
Pubblicità

Per tutte le #casalinghe già iscritte alla gestione #inail il prossimo 31 gennaio 2018 scade il termine ultimo per pagare il premio dell'assicurazione contro gli incidenti domestici. In effetti, si tratta di una assicurazione obbligatoria ma, ancora, non così capillarmente diffusa su tutto il territorio nazionale. Ecco perché è utile riepilogare sinteticamente cosa fare per potersi iscrivere e a quali vantaggi e tutele dà diritto. Con un occhio anche sulla parte più strettamente economica legata ai costi effettivi e al risarcimento in caso di infortunio.

I requisiti per iscriversi

In base alla legge istitutiva dell'assicurazione che è la n°493/1999 stabilisce una serie di requisiti che chi vuole iscriversi deve possedere per poter usufruire della copertura.

Pubblicità

In particolare la beneficiaria deve avere un'età compresa tra i 18 e i 65 anni. Inoltre deve svolgere esclusivamente l'attività di cura domestica senza alcun altro tipo di rapporto di lavoro. Possono e, anzi dovrebbero assicurarsi anche gli studenti che si occupano della cura della casa indipendentemente se residenti o meno. Ma anche i lavoratori in regime di mobilità e quelli in cassintegrazione, gli stagionali e quelli a tempo determinato. Nel caso di questi lavoratori l'assicurazione, ovviamente, copre esclusivamente i periodi di assenza o mancanza di lavoro, ma il premio deve essere pagato per intero.

Chi ha diritto all'assicurazione gratuita

D'altra parte al di sotto di determinate soglie di reddito l'assicurazione Inail è completamente gratuita in quanto il premio è a carico dell'amministrazione statale.

Pubblicità

Le soglie di reddito sono due e riferite la prima al singolo soggetto e la seconda all'intero nucleo familiare. Il reddito del singolo non deve essere superiore a 4 mila 650 euro circa, mentre quello dell'intero nucleo familiare [VIDEO] non deve superare i 9 mila 300 euro lordi annui circa.

Alcuni soggetti come lavoratori socialmente utili, appartenenti ad ordini religiosi o lavoratori part - time o, ancora, soggetti iscritti a corsi di formazione o in fase di tirocinio non hanno obbligo di iscrizione. Per tutti gli altri il premio annuo da pagare è di circa 13 euro. Se il premio non viene corrisposto l'Inail irrogherà una sanzione per il periodo di tempo non coperto che, comunque, non può essere superiore all'importo del premio.

Quali tipi di infortuni sono coperti

L'assicurazione copre tutti gli infortuni che avvengono all'interno delle pareti domestiche, indipendentemente che il beneficiario viva in un'abitazione indipendente o in un condominio [VIDEO]. Inoltre, anche gli infortuni all'interno delle parti comuni del condominio sono ricomprese.

Pubblicità

Come anche quelli che si verificano nei giardini della villetta indipendente. Infine, sono coperti dall'assicurazione anche gli incidenti che avvengono nella casa presa in affitto per le vacanze.

Gli infortuni che vengono risarciti, d'altra parte, devono avere delle particolari caratteristiche accorpabili in tre grandi categorie. Devono essersi verificati per attività legate strettamente alla cura della famiglia. Oppure devono essere il risultato di una violenza. Infine devono aver causato al beneficiario un'invalidità non temporanea superiore al 27%.

La rendita che l'Inail riconosce, dopo attento esame da parte di una Commissione medica nominata appositamente che accerti il grado di invalidità superiore al 27% può variare da un minimo di 186 euro al mese, fino ad un massimo di 1300 euro circa al mese. #incidente domestico