Che fine ha fatto il tanto pubblicizzato bonus da 500 euro per i ragazzi che raggiungono la maggiore età nel 2016? Niente paura, il bonus cultura, come lo ha ribattezzato Renzi quando lo allestì, insieme al Ministro alla Cultura, attende solo il lancio definitivo, previsto per agosto e quindi attivo dal 1° settembre. Vediamo le ultime novità su questo nuovo incentivo e come funzionerà.

Dopo l’estate arriverà la card

È stato il Premier Matteo Renzi in persona a tornare sull’argomento bonus ai diciottenni durante la diretta social “#Matteorisponde” del 29 giugno. Il Premier ha confermato la nascita di questo incentivo per i giovani ed ha anche confermato la data di partenza del provvedimento, cioè il prossimo 1° settembre.

Pubblicità
Pubblicità

Card e voucher, questi gli strumenti con i quali sarà erogato il bonus. Nascerà quindi una piattaforma digitale che i giovani potranno utilizzare per spendere il bonus. Per agevolarne l’utilizzo si pensa addirittura ad azionare una App, le classiche applicazioni molto in voga tra i giovani che utilizzano gli smartphone. A tutti i nati nel 1998 quindi arriverà la card con la quale potranno avere accesso all’utilizzo dei fondi del bonus. Aiutare le famiglie con redditi bassi e dare la possibilità a tutti i giovani di avvicinarsi alla cultura è alla base di questo nuovo progetto che dopo l’approvazione del Decreto sulla Buona Scuola è diventato di fatto realtà.

Funzionamento facile?

L’erogazione dei soldi sarà in buoni spesa da utilizzare per mostre, cinema, acquisto di libri, teatro e musei, ma anche dvd e cd di musica.

Pubblicità

In pratica tutte iniziative dal profilo culturale, ma solo da chi aderirà alla iniziativa del #Governo, in pratica, negozi e strutture convenzionate. Il primo step prevede la richiesta della card, per questo sarà presto pronta la piattaforma attraverso la quale richiederla. Ad agosto partirà la macchina operativa, con l’attivazione della App e da settembre i ragazzi potranno iniziare a spendere il bonus. Attraverso l’applicazione digitale, i ragazzi potranno autonomamente acquistare qualsiasi cosa troveranno nell’elenco, fino al raggiungimento delle 500 euro di limite. I giovani dovranno registrarsi sulla piattaforma e scaricare la App e poi potranno utilizzare il servizio che a tutti gli effetti somiglierà ai classici siti di commercio elettronico e shop. L'avvio di questo incentivo è sperimentale perché come dicevamo, riguarderà coloro che compiranno 18 anni quest'anno. L'idea del Governo però è di renderlo strutturale, quindi, lecito immaginare che nella prossima manovra di autunno sarà ripetuto per i nati nel 1999. #Matteo Renzi