Nuovo caso di meningite in Toscana: un giovane 26enne è stato ricoverato ieri 24 novembre all’ospedale Santa Maria Nuova a Firenze e trasferito successivamente all'ospedale dell'Annunziata nel reparto di #Malattie infettive. Gli accertamenti dell'Asl hanno evidenziato che il ceppo del batterio è quello del tipo C, lo stesso che ha interessato 29 casi dei 35 registrati in Toscana dall'inizio dell'anno.

Nuovo caso di Meningite a Firenze: profilassi per tutti i clienti di due locali fiorentini

In corso l’ identificazione di tutte le persone con le quali il giovane fiorentino, ricoverato ieri d'urgenza, sarebbe entrato in contatto nei giorni che hanno preceduto l'attacco febbrile e le sue successive complicanze di salute.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo il nuovo ricovero per meningite del 26enne di Firenze, la Asl di Firenze ha lanciato un appello a tutti i clienti che tra la notte del 20 e il 21 novembre si sono recati nei locali Twentyone e Dolce zucchero affinché contattino al più presto il medico di famiglia, la guardia medica o il servizio di igiene più vicino per sottoporsi alla profilassi prevista in questi casi e scongiurare la possibile diffusione del pericoloso batterio del meningococco.

Regione Toscana:  invito alla vaccinazione 

Invito da parte della Regione Toscana, rivolto alla popolazione in età tra gli 11 e i 45 anni, di cogliere l'opportunità  gratuita della somministrazione del vaccino anti-meningococco. Inoltre c’è l’invito, rivolto a tutti gli over 65 anni affetti da malattie croniche o patologie da immunodeficienze, affinchè non perdano l'opportunità, data dalla Regione Toscana, della possibilità di effettuare la somministrazione del vaccino antinfluenzale.

Pubblicità

La sollecitazione a queste somministrazioni si muovono non solo dalla precauzione delle possibili complicazioni influenzali ma per prevenire il rischio di eventuali esposizioni al temuto meningococco, facile preda di organismi debilitati dall’l'influenza e con difese immunitarie basse che potrebbero essere la causa della diffusione del temuto batterio. #Salute bambini #Cronaca Firenze