Il #freddo di questi giorni ha fatto diverse vittime in Italia. Le persone più a rischio sono i clochard, ovvero coloro che dormono all'addiaccio. Ieri sera, dopo le 20, è stato scoperto il cadavere di un 78enne in un appartamento alla periferia di Firenze. L'uomo, ex imprenditore separato, si era addormentato nella casa in via di ristrutturazione di un amico, ma le basse temperature di questi giorni gli sono costate la vita. Troppo freddo in quella casa. A scoprire il corpo esanime del clochard è stato proprio il proprietario dell'abitazione.

Il clochard viveva per strada da tre anni

La persona stroncata dalle rigide temperature a Firenze viveva per strada da tre anni circa, ossia da quando si era separato dalla moglie e aveva perso il lavoro. Lo ha rivelato ai poliziotti l'amico che gli dava ospitalità nella sua casa vuota.

Pubblicità
Pubblicità

La polizia, dopo che l'amico del clochard ha dato l'allarme, si è subito recata nell'abitazione di via di Brozzi. Sul posto sono arrivati anche gli operatori del 118 che, però, non hanno fatto altro che constatare il decesso dell'ex imprenditore. Una fine triste quella del clochard che, secondo le ultime informazioni, era originario di Perugia. L'amico della vittima ha dichiarato che, tempo fa, aveva deciso di far dormire l'ex imprenditore nella sua casa alla periferia di Firenze. Una casa in corso di restauro, quindi ancora priva dell'impianto di riscaldamento. Il 78enne aveva accettato e, da circa un mese e mezzo, dormiva con un tetto sulla testa. Il freddo di questi giorni però non ha lasciato scampo all'anziano clochard. Secondo il personale sanitario, infatti, l'uomo è morto per un arresto cardiaco.

Pubblicità

Sul corpo del senzatetto non sono stati notati segni di violenza

Secondo le prime indiscrezioni, il senzatetto è stato ritrovato in posizione supina. Sul suo corpo non c'era nessun segno di violenza. E' stato un arresto cardiaco a stroncare l'uomo. Il pm di turno non ha disposto l'autopsia sulla salma dell'anziano, che è già stata trasferita alle Cappelle del Commiato di Careggi. #Cronaca Firenze