Ventidue nuove opere, un nuovo percorse museale e nuovi spazi per famiglie e bambini. Questo quello che è stato svelato dopo la conclusione dei lavori di adeguamento e restauro dell’Istituto degli Innocenti a Firenze.

Quattro anni di lavori che da domenica 5 Febbraio potranno essere completamente visibili a tutto il grande pubblico. Dalle 11 alle 16 un Open Day gratuito a tutti coloro che vorranno scoprire i nuovi spazi creati e la nuova veste di quelli restaurati.

Non sarà una domenica come le altre, perché proprio il 5 febbraio ricorre l’anniversario della prima ‘nocentina’ accolta nell’istituto nel 1445. In più sempre il 5 febbraio sarà possibile visitare il museo pagando un biglietto ridotto.

Una complessa opera di restyling che è stata presentata questa mattina durante un incontro stampa al quale hanno partecipato il presidente dell’Istituto Maria Grazia Giuffrida, il vicesindaco di #Firenze Cristina Giachi, il Presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, e molte altre autorità e addetti ai lavori.

Restauro Facciata, Cortili e novità al Museo

Questo è solo un altro step nel percorso di riportare agli antichi splendori l’istituto degli Innocenti, iniziato a giugno 2016 con l’inaugurazione del Museo degli Innocenti, che proprio oggi si è arricchito di nuove opere e nuovi allestimenti e che solo nei primi sei mesi di attività ha registrato oltre 53 mila visitatori.

Ad oggi il Museo degli Innocenti si presenta rinnovato negli spazi esterni con il ripristino della facciata con i suoi colori originali ed il riposizionamento di 8 dei dieci putti in terracotta invetriata simbolo dell’istituto. A nuova vita anche gli affreschi di Bernardino Poccetti che decorano la navata sopra l’ingresso centrale.

Completato anche il restauro dei cortili monumentali, quello degli Uomini progettato da #brunelleschi e quello delle Donne progettato da Verone. In entrambi i casi sono stati ripristinati i pavimenti e gli intonaci originari.

Novità anche nel percorso musicale che vede arrivare una sezione dedicata esclusivamente al Novecento con un galleria multimediale interattiva di testimonianze di tutte le persone che sono state aiutate dall’istituto.

Nuova disposizione anche nel percorso artistico con l’arrivo degli ultimi due putti di Andrea della Robbia e la raccolta, nella sala vicino vicino al Coretto delle Balie, di una selezione di opere devozionali. Ventidue opere tra codici miniati, crocifissi lignei e oreficerie con il simbolo del putto in fasce emblema dell’Istituto degli innocenti.

Un bellissimo incontro tra arte del passato e il genio di Brunelleschi e dei fratelli della Robbia con l’arte del Novecento.

I lavori, durati 4 anni, hanno interessato circa 3 mila metri quadri di superficie per un impegno che ha superato i 12 milioni di euro di spesa.

Bottega dei ragazzi

Non solo cultura, ma anche accoglienza e vicinanza alla popolazione come è sempre stato per l’Istituto. Ampliati e rinnovati anche gli spazi della Bottega dei Ragazzi, l’attività di laboratori che coinvolgono non solo i bambini ma anche le famiglie. Tre stanze dedicate alle attività per le scuole, per la lettura, il gioco e la narrazione delle favole.

A tutto questo si unisce un importante progetto di valorizzazione e recupero di piazza SS Annunziata sostenuta dall’Ente Cassa di Risparmio con oltre 4 milioni di euro. Obiettivo quello di riportare agli antichi splendori questa piazza molto importante per la cittadinanza. #Cultura Firenze