Il Comune di #genova e l'Istituto Mazziniano del Museo del Risorgimento di Via Lomellini hanno organizzato vari eventi per commemorare la Spedizione dei Mille avvenuta il 5 maggio 1860 dallo scoglio di Quarto.

L'avventura di uomini coraggiosi che nella notte tra il 5 e il 6 maggio salparono dal nord con due navi a vapore "il Piemonte e il Lombardo", uomini di ogni estrazione sociale uniti da un unico obiettivo fare un'Italia unita, erano tutti veterani e quasi tutti settentrionali e l'11 maggio raggiunsero il sud, sbarcando a Marsala alla guida di Giuseppe #Garibaldi che prese possesso dell'isola a nome di re Vittorio Emanuele sconfiggendo il 15 maggio le truppe borboniche a Calatafimi.

Pubblicità
Pubblicità

L'obiettivo di Garibaldi era annettere il regno delle due Sicilie a quello di Sardegna e così fece aiutato anche dalla popolazione locale che insorse aiutando l'annessione. L'impresa è uno degli eventi più importanti della #Storia dell'unità d'Italia anche se durante le fasi della liberazione vi furono episodi piuttosto cruenti sia da parte della popolazione che credeva di poter entrare in possesso di tutte le terre, non solo quelle dei beni demaniali ma anche quelle dei nobili che in alcune fasi della guerra verranno trucidati dal popolo per le loro terre sia da parte di Nino Bixio che alla guida delle truppe garibaldine reprimerà i moti della popolazione facendo numerose rappresaglie, infine tra il mese di settembre e quello di ottobre i garibaldini riusciranno ad entrare a Napoli vincendo le truppe di Francesco II.

Pubblicità

Nella mattina del 5 maggio presso lo scoglio di Quarto si terranno le celebrazioni di questa impresa, il tutto con esecuzioni della banda musicale di Cornigliano e con l'inno di Mameli, con la deposizione della stele presso il monumento di Quarto, il cui autore è Eugenio Baroni, monumento inaugurato nel 1915 da Gabriele D'Annunzio, poi ci sarà l'apertura straordinaria pomeridiana del museo dedicato al Risorgimento.

Il giorno dopo sabato 6 maggio presso la galleria d'arte moderna di Nervi ci sarà un percorso a tema curato dagli studenti del liceo scientifico M.L. King. con una particolare attenzione alle opere dello scultore Eugenio Baroni.

Invece nella giornata di Mercoledì 10 maggio le visite guidate presso il museo del Risorgimento saranno in particolare nella sala 5 maggio 1915, qui si discuterà del mito e della propaganda di Garibaldi sempre con gli studenti con il progetto scuola alternanza e lavoro.

infine sabato 13 maggio visita al cimitero monumentale di Staglieno dove si potranno ammirare opere in scultura femminili sempre di Eugenio Baroni.