Domenica 11 giugno si vota in 1021 comuni italiani e tra questi vi è anche #genova, con l'elezione del sindaco e dei consiglieri comunali e municipali. Se il Sindaco non verrà eletto al primo turno si passerà al ballottaggio che è già fissato per il 25 giugno. I candidati per la carica di Sindaco a Genova sono: Gianni Crivello (centrosinistra), Marco Bucci (centrodestra), Luca Pirondini (Movimento cinque stelle), Marika Cassimatis ( (lista Cassimatis), Paolo Putti (Chiamami Genova), Arcangelo Merella (Ge9si Siamogenova) e Marco Mori (Riscossa Italia).

Marco Doria, sindaco uscente, non si ricandiderà. Accademico, discendente da un'antica famiglia nobile genovese i Doria, di centro sinistra, è stato a capo della città di Genova dal 21 maggio 2012.

Pubblicità
Pubblicità

Venne letto con il 59,71% delle preferenze. La battaglia dei sindaci verterà principalmente sul "commercio". I punti del confronto riguardano la grande distribuzione e gli esercenti al dettaglio e in più l'eterna questione dei presunti privilegi che il centro sinistra ha concesso alle coop.

Vediamo i programmi dei candidati alla carica di Sindaco del Comune di Genova

Bucci nel suo programma punta molto sulla deregolamentazione degli orari e della concorrenza nella grande distribuzione, Pirondini vuole aiutare i piccoli negozi ed eliminare i supermercati, Crivello vuole concedere sconti fiscali a chi investirà in cantieri per la sicurezza idrogeologica, Merella offre una fiscalità minima per aiutare le nuove imprese, Cassimatis offre un equilibrio tra i bisogni dei cittadini, il territorio i servizi e le diverse realtà socio-economiche, Putti punta molto sulla sicurezza e sui diritti delle persone ed infine Mori per una Genova lontana da vincoli europei ma più vicina ai diritti dei genovesi.

Pubblicità

Gli occhi dei giornalisti saranno principalmente puntati sul Movimento Cinquestelle cioè su Cassimatis, eletta alle primarie di marzo come candidato sindaco e poi sconfessata da Grillo che ha nominato Pirondini come suo delfino. La campagna elettorale è sta infuocata dalla visita di Salvini e della Meloni che in piazza hanno dichiarato che Genova non si merita il PD, forti del fatto che due anni fa Toti, delfino di Berlusconi, ha vinto la presidenza della Regione Liguria. La città è rimasta delusa del fatto che Matteo Renzi, segretario del Pd non abbia sostenuto il proprio candidato Crivello.

Al più forte il mio appoggio! #Elezioni Amministrative