Meglio investire nei conti deposito o nei #Buoni fruttiferi Postali 2014? Vediamo il rendimento dei buoni fruttiferi 2014 e le offerte con i migliori tassi di interesse da parte di alcuni istituti bancari italiani sui depositi vincolati.

Buoni Fruttiferi Postali 2014, rendimento e interessi 

Tra i Buoni Fruttiferi Postali 2014 con rendimento e interessi differenti a seconda del prodotto, abbiamo: BFPRisparmiNuovi, BFPEuropa, BFPRenditalia, BFPP3x4, BFPDiciottomesi, BFP Ordinari, BFP Indicizzati all'inflazione, BFP7 Insieme, BFP a 3 anni Fedeltà, BFP dedicati ai minori, BFP Eredità Sicura e BFP Impresa. 

Consideriamo il rendimento dei Buoni Fruttiferi Postali 2014 a scadenza media o breve: i BFP a 18 mesi hanno interessi crescenti riconosciuti ogni 6 mesi e fino alo 0,58%, i BFP3x4 dopo 3 anni hanno interessi all'1,5%, quelli Indicizzati all'inflazione annualmente allo 0,75%, i BFP 3 anni Fedeltà hanno durata massima tre anni e rendimenti annuali che arrivano all'1,48% al terzo anno.

Pubblicità
Pubblicità

I buoni fruttiferi postali hanno rendimento, con la serie Risparmi Nuovi, allo 0,5% per primo e secondo anno e poi al terzo 0 ma con raggiungimento del premio al 3% del valore nominale.

Migliori conti deposito 2014 a febbraio, rendimenti e interessi

Vediamo i rendimenti dei conti deposito migliori a febbraio 2014: selezionando alcune offerte con interessi sopra la media abbiamo il conto YouBanking con tasso al 3,25% lordo a 18 mesi e 2,75% per vincoli a 12 mesi, il Rendimax Vincolato di Banca Ifis che prospetta interessi per #conto deposito vincolato a 12 mesi del 2,75%, a 18 mesi del 2,90%, a due anni del 3,10% (per chi sceglie la liquidazione posticipata).

E ancora tra i migliori conti deposito di febbraio 2014 troviamo il Conto su IBL Vincolato con rendimenti lordi al 3 per cento a 12 mesi, al 3% a 18 mesi e fino al 3,25% lordo per vincoli a 24 mesi.

Pubblicità

Il rendimento dei Buoni Fruttiferi Postali 2014 a confronto con gli interessi dei conti deposito dimostra che quest'ultima opzione, che desta sempre molto interesse negli italiani, sebbene ultimamente presenti tassi inferiori al passato resta senz'altro una forma di investimento da considerare per i risparmiatori della penisola.  #poste italiane