Compasspay è un prodotto molto interessante che abbina insieme caratteristiche di una carta ricaricabile e funzioni proprie di un vero #conto corrente.

Per il primo anno con Compasspay il canone è gratis e il bollo non si paga, questo aspetto potrebbe essere ulteriore motivo per prendere in considerazione il prodotto visti gli aumenti delle spese sui conti correnti.

Compasspay: le funzioni di conto corrente

Compasspay e una carta ricaricabile provvista di Iban, così da poter svolgere le funzioni del conto corrente, come fare e ricevere bonifici, ricaricare il cellulare, pagare le utenze (gas, luce, acqua ecc...), pagare Mav o Rav e fare giroconti.

Pubblicità
Pubblicità

Compasspay: carta ricaricabile

Su Compasspay è possibile far accreditare lo stipendio, anticipare soldi contanti dalle carte di credito #compass o dal mini credito e versare contanti o assegni presso gli sportelli di Intesa San Paolo. Essendo una carta ricaricabile è possibile ricaricare denaro presso i punti Sisalpay come le tabaccherie, edicole o bar.

Compasspay carta ricaricabile e conto corrente può essere utilizzata in tutti gli esercizi commerciali, gli sportelli Atm d'Italia e d'Europa che espongono il marchio Visa. E' possibile utilizzarla anche per gli acquisti on line.

Compasspay carta e conto essendo munita di un chip ed essendo utilizzabile tramite pin e non tramite firma, garantisce una certa sicurezza contro eventuali clonazioni.

La carta ricaricabile conto corrente può essere gestita on line dove si dispone di un'area cliente o presso le filiali.

Pubblicità

Il cliente può tenere facilmente sotto controllo la sua situazione visto che non può andare in rosso, caratteristica particolare è la possibilità di disporre di un mini credito ovvero una riserva liquidità di 1500 euro.