Non è ancora chiaro se e quando lo stato di recessione economica cesserà di sortire i propri effetti sul tessuto produttivo italiano, ma nonostante tutto sono ancora numerosissimi gli individui che decidono di investire parte del proprio salario: tra gli strumenti più gettonati i buoni fruttiferi postali 2014, con un giro di affari complessivo che ad oggi conta qualcosa come 200 miliardi di euro.



Ad attirare l’interesse della gran parte dei cittadini, oltre alla possibilità di realizzare un investimento garantito dallo Stato, l’operazione di ‘restyling’ compiuta dalla Cassa Depositi e Presiti, che per questo 2014 ha completato 12 nuove emissioni.

Pubblicità
Pubblicità

Per motivi di spazio non tratteremo nel dettaglio tutti le possibili opzioni di #Buoni fruttiferi postali a disposizione in questo 2014, limitandoci a compiere una breve panoramica su quelli più remunerativi e a tratteggiare i rendimenti di quelli ordinari, disponibili per l’acquisto da circa 3 settimane. In ultimo, tratteremo proprio le pratiche d’acquisto.

Buoni fruttiferi postali 2014: rendimenti Bfp ordinari



I Buoni Fruttiferi Postali 2014 ‘Ordinari’ costituiscono un investimento di lungo periodo soggetto a tasso crescente, con una durata massima che non può varcare la soglia dei vent’anni.



Per ciascun anno viene fissato un tasso di interesse che viene calcolato ogni tre mesi mediante l’adozione del criterio di giorni 360/360; i Buoni fruttiferi postali 2014 ordinari possono essere rimborsati in qualsiasi momento, con l’atto stesso del rimborso a garantire nell’immediato la resa del capitale investito e dopo un anno la ricezione degli interessi fissi maturati.



I Buoni fruttiferi postali 2014 Ordinari corrispondono alla Serie 'C12', e come accennato, assicurano rendimenti crescenti nel tempo; da segnalare in particolare il 3% annuo cui si ha diritto dopo 10 anni, il 4,25% spettante dopo tre lustri e il 4,75% cui si ha invece diritto alla scadenza definitiva del buono, che decorre trascorsi 20 anni.



All’interno dell’intera gamma di buoni fruttiferi postali 2014, ci sentiamo poi di segnalare, in quanto a convenienza ed ammontare degli interessi cui si ha diritto, il Buono BFP3x4 – Serie ‘T27’, che garantisce un rendimento del 4,26% dal 10° al 12° anno.

Buoni fruttiferi postali 2014: calcolo e acquisto nuove emissioni



Per quel che concerne il calcolo, suggeriamo l’utilizzo del tool predisposto da #poste italiane, un calcolatore online disponibile sul sito ufficiale dell’ente postale che conteggia rendimenti ed interessi cui si ha diritto elaborando tutta una serie di dati che il titolare del buono fruttifero postale è tenuto ad inserire.



Lo stesso acquisto, delle nuove come delle vecchi emissioni, risulta estremamente semplice; per chi sia interessato ad acquisire la versione cartacea è bene recarsi presso un qualsiasi ufficio postale, in alternativa esiste anche la possibilità di effettuare l’operazione online acquistando la cosiddetta versione dematerializzata.