Era attesa per oggi la comunicazione del Tesoro chiamato ad esternare agli investitori di tutta Italia il tasso reale annuo minimo garantito riferito al BTP Italia 2015, il primo del nuovo anno. La cedola minima garantita è stata fissata allo 0,50%, con il #Btp Italia 2015 che come già noto andrà a naturale scadenza nel 2023. La scelta di dotare il titolo di stato di una durata superiore alle precedenti è figlia della volontà di concedere ai risparmiatori uno strumento di lungo periodo (e non più dalla durata medio-bassa) che risulti affidabile e remunerativo al tempo stesso. Da qui la scelta di prevedere un premio fedeltà per quanti conserveranno il titolo fino a naturale scadenza.

Pubblicità
Pubblicità

L'emissione del BTP Italia 2015 avverrà tramite il mercato MOT di Borsa Italiana e sarà suddivisa in due diversi step: da lunedì 13 a mercoledì 15 aprile sarà il turno dei risparmiatori retail, da giorno 16 toccherà invece agli investitori istituzionali. Per quel che concerne la prima fase, il Tesoro ha fatto sapere che potrebbe procedere ad una chiusura anticipata. Tutto ovviamente dipenderà dalle offerte.

BTP Italia 2015, comunicato il tasso minimo garantito: acquisto via MOT, si parte il 13 aprile - Le caratteristiche del titolo e la potenziale rimuneratività

Il tasso minimo garantito riferito al BTP Italia 2015 è stato dunque fissato allo 0,50%. Per quanto concerne il tasso medio reale effettivo le prime ipotesi costruite sulla base di precedenti andamenti parlano invece di uno 0,83% o comunque di una soglia compresa tra lo 0,80 e lo 0,85%, non si dovrebbe dunque andare né al di sopra né al di sotto di questo limite. Il taglio minimo acquistabile in riferimento alla prima fase, quella che si terrà dal 13 al 15 aprile, ammonta a 1.000 euro che diventano 100.000 se ci sposta invece sulla seconda fase. Nelle intenzioni del Tesoro, il BTP Italia 2015, giunto alla sua ottava emissione, dovrà far segnare record di sottoscrizione ben più elevati rispetto alle precedenti sette edizioni. Quest'ultime hanno fatto registrare un totale di sottoscrizioni pari a 94 miliardi di euro, un buon risultato che potrebbe lievitare ulteriormente grazie alla prima emissione del nuovo anno. Di seguito le principali caratteristiche del BTP Italia 2015 riassunte in uno schema concettuale:



  • Durata: 8 anni;
  • Cedola minima garantita allo 0,50%;
  • Cedole semestrali computate sul capitale rivalutato;
  • Premio Fedeltà assicurato agli investitori che custodiscono il titolo fino a scadenza.



Per permettere agli investitori di fare una scelta il più possibile consapevole, il Tesoro ha provveduto a pubblicare online sul proprio portale Web una scheda tecnica contenente tutte le caratteristiche del nuovo titolo, dalla possibile rendita ai tempi di emissione e collocazione sul mercato. Quella connessa alla vendita del BTP Italia 2015 sarà l'occasione giusta per comprendere se gli italiani hanno ancora un minimo di propensione all'investimento, dote di certo messa a dura prova in questi anni di crisi economica e soprattutto di crisi di liquidità. Esperti e testate di settore parlano di un successo annunciato, ma prima di sbilanciarsi è bene attendere i primi dati.