E’ raro ma accade che la pubblica amministrazione riesca a generare dei risparmi e li riversi nelle casse dei cittadini. E’ successo a Noto, per la costruzione dei loculi cimiteriali ogni richiedente ha dovuto versare l’importo necessario per la concessione. Venduti i posti al camposanto sono partiti i lavori, durante le operazioni è stata apportata una modifica al progetto che ha permesso di realizzare altri loculi. Dalla vendita dei loculi aggiuntivi sono entrate nelle casse comunali poco più di 400mila euro. L’amministrazione comunale ha optato per una restituzione delle somme in più ai circa 200 cittadini che hanno richiesto il loculo e che lo hanno pagato in anticipo.

Pubblicità
Pubblicità

Ad ognuno di loro una cifra tra i 510 e i 550 euro che verrà erogata a breve.

Per il sindaco si tratta di una "buona pratica"

<<Per la costruzione dei nuovi loculi cimiteriali – ha detto il sindaco Corrado Bonfanti - più di 200 concittadini concessionari hanno versato una quota per la copertura finanziaria dell'iniziativa. In questi anni abbiamo realizzato il nuovo corpo di fabbrica, ottenendo, grazie a strategie vincenti, delle economie. Mi è sembrato doveroso restituire le somme in esubero ai diretti interessati, cosa che siamo riusciti nei giorni di fine anno. Penso che questa "buona pratica" sia molto rara anche e sopratutto perché per ottenere questo risultato c'è molto della professionalità dei nostri tecnici comunali troppe volte e ingiustamente criticati. Considerarmi soddisfatto non basta a descrivere il mio stato d'animo.

Pubblicità

Questi comportamenti riavvicinano la comunità alla buona politica e al buon governo della città>>.

Un rimborso di oltre 500 euro per più di 200 cittadini

Una vera sorpresa per i 200 cittadini interessati che hanno appreso che riceveranno un versamento di oltre 500 euro. I loculi sono stati realizzati nella parte nuova del cimitero monumentale di Noto, proprio per venire incontro alla crescente richiesta di posti che vanno ad esaurirsi. L’amministrazione comunale chiese ai cittadini, anziché accendere un mutuo, di versare le somme anticipatamente in modo da poter avviare i lavori e realizzare i loculi. Terminati i lavori c’è stata la sorpresa, un rimborso per tutti i richiedenti grazie ad una variante al progetto iniziale. #2017 #Cronaca Catania