Il Ministro dell’istruzione ha reso noto in questi giorni il nuovo piano assunzioni per il comparto “scuola” relativo al triennio 2014-2016.

Si tratta di una notizia attesa da tanto, fin dal periodo del famigerato “concorso Profumo”, con la quale si annuncia che saranno previste oltre 82 mila assunzioni nell’ambito scolastico entro il 2016 e, segnatamente: 64.338 insegnanti/professori e 17.717 per il personale amministrativo (Ata).

Invece, per il solo anno 2014 si stima che saranno assunti circa 12.600 insegnanti (tra i precari da stabilizzare), 1600 insegnanti di sostegno e 4.300 unità per il personale Ata: complessivamente, quindi, oltre 18.500 persone.

Come verranno selezionati? Il personale, amministrativo e corpo docente, verrà selezionato in parte attingendo dalle graduatorie dei precari (oltre 159 mila) e, in parte, dei vincitori dei precedenti concorsi, in particolar modo di quello del 2012.

Un numero così rilevante di nuove assunzioni sarà possibile grazie al prepensionamento di oltre 41 mila dipendenti, tra insegnanti e personale Ata.

Invece, per gli insegnanti di sostegno, per i quali si prevede un ingresso di oltre 22 mila entro il 2016, grazie soprattutto al “decreto scuola” con il quale sono stati stanziati ulteriori 107 milioni di euro per consentire la loro assunzione.

In conclusione, si precisa che il Ministro ha colto l’occasione per ribadire che verranno garantiti altresì 150 euro previsti per gli scatti di anzianità per insegnanti e personale amministrativo Ata per l’anno 2014.