Come vi abbiamo anticipato in una precedente news, per alcune classi di concorso nelle regioni Lombardia, Emilia Romagna, Puglia, Valle d'Aosta, Lazio e Molise, sono stati resi noti i calendari delle prove orali, le quali avranno inizio il giorno 29 giugno a seguire. Dall'analisi di questi primi calendari pubblicati è emerso che gli ammessi all'orale sono spesso in numero inferiore rispetto ai posti messi a bando (dato fortemente evidente nella regione Lazio nella classe di concorso del sostegno di II grado). La domanda dei candidati che non hanno superato la prova è comune: come mai un numero così alto di bocciati? In questa news, vorremmo informarvi di come fare se non si è convinti della propria 'bocciatura'..

Pubblicità

Pubblicità

Come avere accesso agli atti dello scritto del concorso scuola 2016

Premesso che tutti i candidati che non avuto o che non avranno comunicazione tramite email del superamento della propria prova scritta (l'email conterrà anche l'indicazione delle votazioni riportate in ciascuna delle prove) e non sono convinti della propria bocciatura, hanno la possibilità di controllare gli atti e la valutazione della propria prova scritta. Come fare per controllare gli scritti? I candidati non ammessi per controllare la propria prova scritta dovranno presentare richiesta di accesso agli atti (Legge 07.04.1990, n. 241 art. 22), tramite ricorso. Una volta effettuata la richiesta di accesso agli atti, essa dovrà essere inviata all'USR di riferimento, sebbene, al momento, gli USR non hanno ancora fornito indicazioni. 

Cosa prevede la prova orale

Ricordandovi che i primi candidati che effettueranno la prova orale del concorso docenti sono quelli della classe di concorso A041(scienze e tecnologie informatiche) nella regione Emilia Romagna e Lombardia.

Pubblicità

La prova che i candidati sosteranno all'orale sarà estratta da ogni candidato il giorno precedente lo svolgimento della medesima prova. La durata dell'intera prova è di 45 minuti, di cui i primi 35 minuti sono indirizzati alla illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche affrontate nella lezione simulata, infine, negli ultimi 10 minuti, il candidato affronterà un colloquio con la commissione, volto all'accertamento della padronanza della lingua straniera. #Miur