L'anno di prova e formazione che tanto ha fatto penare i docenti neoassunti è alla sua fase finale, ovvero il colloquio dinanzi al Comitato di Valutazione, previa presentazione al D.S. della documentazione prodotta sulla piattaforma Indire. I colloqui in molte scuole dell'infanzia e della primaria si sono tenuti già nei giorni scorsi e molti colloqui sono programmati per tutto il mese di giugno. Da una prima analisi siamo in grado di informarvi di come stanno andando e su cosa esso si è basato.

Andamento dei primi colloqui ed esiti

L'anno di prova e formazione ha interessato oltre 80 mila docenti, e che essa si è snodata su tre versanti: a livello scolastico con il supporto del tutor, a livello territoriale che si estrinsecata nei laboratori formativi ed infine il terzo versante quello della formazione online che ha offerto ai docenti neoassunti una serie di attività guidate di analisi e di riflessione sul proprio percorso di formazione.

Pubblicità
Pubblicità

La conclusione di tutto l'iter formativo ha portato alla stesura della relazione finale. I primi colloqui hanno preso inizio il giorno 17 giugno a seguire, quali sono stati i primi esiti? Analizzando il gruppo "Anno di prova 2015/2016 neoassunti #Miur su Facebook" abbiamo potuto trarre un primo resoconto degli esiti dell'anno di prova, ossia nella quasi totalità dei casi ai docenti neoassunti è stato confermato il ruolo, con votazione ottima, pochi invece sono i docenti che hanno conseguito un giudizio eccellente. Inoltre, in redazione ci sono stati segnalati alcuni casi di non conferma del ruolo, in tal caso i docenti interessati dovranno ripetere l'anno prossimo, l'anno di prova e formazione.

Quali le domande al colloquio?

Stando ai commenti dei docenti neoassunti che hanno già sostenuto il colloquio, le domande del colloquio finale saranno incentrate sull' esposizione della propria esperienza per quello che concerne le attività didattiche svolte e documentate su Indire. Per restare aggiornati sul mondo della scuola premete il tasto segui. #Scuola