Il primo settembre si è svolto l’incontro tra i sindacati e il #Miur circa il Piano nazionale per la formazione obbligatoria dei docenti, incluso tra le norme della legge 107/2015. La FLC CGIL ne ha fatto e pubblicato un resoconto, lamentandone ancora una volta la mancanza di coerenza. Per il sindacato, la formazione prevista è settorializzata, legata a “figure strategiche” che nella maggior parte dei casi va fuori dal contesto contrattuale in vigore e prevede un impegno di ore consistente. In sostanza, si tratta di un'imposizione di ruolo, compiti e orari. Ma cosa prevede?

Cosa prevede la formazione obbligatoria dei docenti Miur

La formazione obbligatoria dei docenti Miur prevede un impegno triennale articolato in cinque unità formative di 25 ore (per un totale di 125 ore) così suddiviso:

  • 40 ore di attività in presenza

  • 85 ore di attività di ricerca e riflessione sulla professionalità.

Sarà compito della rete di scopo o di ambito realizzare il piano triennale di formazione della #Scuola.

Pubblicità
Pubblicità

Ogni docente dovrà realizzare un portfolio professionale allo scopo di documentare la carriera e le esperienze fatte in ambito formativo. Queste, forniranno la base per la candidatura diretta nelle scuole in cui si desidera insegnare.

Scheda di sintesi FLC CGIL

La FLC CGIL sintetizza la formazione dei docenti con una scheda in cui informa che:

  • Viene costituita un'unità di misura per la quantificazione dell’impegno nella formazione, chiamata unità formativa. L'unità corrisponde a 25 ore di impegno.

  • Ogni unità formativa può includere diverse attività, in presenza e in rete, ma è richiesto che contenga almeno 8 ore di attività in presenza (8x5=40).

  • È obbligatorio redigere il bilancio delle competenze che sta alla base del Piano individuale di sviluppo professionale di ogni insegnante. Questo va aggiornato periodicamente.

  • Il DS ha il compito di curare la raccolta di tutti i piani di sviluppo professionale dei docenti della sua scuola e di preparare entro il primo ottobre il piano delle attività formative.

Resta aggiornato sulle notizie dalla scuola cliccando il tasto Segui.

Pubblicità