L’Ufficio scolastico regionale dell’Abruzzo ha preso una strana iniziativa: chi assiste all’intervista pubblica di Renzi a Pescara potrà ottenere un attestato di partecipazione da inserire nel proprio curriculum scolastico e provare a ottenere un credito dalla propria #Scuola. L’iniziativa è stata trasmessa tramite una nota in relazione alla sera di oggi 10 dicembre, in occasione dell’inaugurazione del Festival delle Letterature a Pescara. Ma sebbene il nome possa ingannare, l'evento più che letterario è politico, dato che consiste nell'intervista di Luca Sofri al Presidente del Consiglio. Considerato che l'orario dell'evento è extrascolastico, per invogliare l'adesione degli studenti e dei docenti la circolare specifica che 'ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di presenza'.

Pubblicità
Pubblicità

A cosa serve l'attestato di presenza? Trattandosi di evento culturale potrebbe servire come credito scolastico (sempre se la scuola decide di concederlo).

Polemiche per il credito scolastico ottenuto ascoltando Renzi

Inutile dire che la questione dell'attestato di partecipazione all'intervista di Renzi ha suscitato non poche polemiche, soprattutto nella scuola che ha scelto di mettere la nota dell'USR sulla bacheca online. Le famiglie sono insorte. La preside si è difesa affermando che non si tratta di strumentalizzazione politica, ma di semplice pubblicazione di una comunicazione ufficiale. Ancora non è chiara, però, la fonte della nota.

Il direttore dell'USR all'oscuro?

Il direttore dell'USR Ernesto Pellecchia comunica di aver avviato accertamenti per capire chi ha inviato la comunicazione con riferimento all’attestato di partecipazione, affermando di non ricordare di aver firmato un documento simile.

Pubblicità

Resta il fatto che qualcuno la nota l'ha ideata e scritta, una nota che è stata definita da Sabrina Saccomanni 'una mail organizzativa che non doveva essere pubblicata'. Resta aggiornato sulle news dal mondo della scuola cliccando il tasto Segui che trovi in alto vicino al titolo di questo articolo. #Matteo Renzi